CHIUDI
CHIUDI

05.12.2019

Inciampa nel filo
del microfono, Zenti
si frattura a messa

Zenti durante la messa a Mezzane (foto Biblioteca di Mezzane)
Zenti durante la messa a Mezzane (foto Biblioteca di Mezzane)

Mette una buona dose di ironia, nelle sue parole. «Si può dire che è stato a tutti gli effetti un infortunio sul lavoro...». Sdrammatizza, il vescovo Giuseppe Zenti, 72 anni, nel commentare l’infortunio subito da lui domenica sera, mentre stava celebrando la messa nella chiesa parrocchiale di Mezzane di Sotto, nell’est veronese.

«Mi stavo spostando nella zona dell’altare e il filo del microfono mi si è attorcigliato attorno alla gamba e sono caduto», raccontava monsignor Zenti, rientrando ieri in vescovado dall’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, dopo un breve ricovero. «Ho riportato due microfratture a un ginocchio. Mi hanno messo un tutore, che dovrò tenere per un mese, e dovrò stare a riposo».

Non potrà dunque celebrare messa in cattedrale e in altri luoghi se non in vescovado, nelle festività.

Al vescovo Giuseppe Zenti, autore da molti anni di una rubrica domenicale su L’Arena, gli auguri di pronta guarigione.

Enrico Giardini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1