Materna di Stra’ accoglie la sezione primavera

I dieci bimbi della sezione Primavera della scuola dell’infanzia Maria Immacolata di Stra’, entreranno a settembre in una struttura radicalmente rinnovata. Avranno un’ampia e nuova aula con vetrata a disposizione, attraverso la quale le maestre potranno controllare i piccoli, essendo la sezione affacciata sul giardino, mentre saranno impegnate con gli stessi bimbi ai servizi igienici. La nuova ala della materna di Stra’ infatti è pronta ed è appena stata inaugurata alla presenza del personale, dei rappresentanti dei genitori, del sindaco Marcello Lovato, del vicesindaco Francesco Fasoli, della consigliere delegata a Politiche educative ed istruzione Elisa Bonamini, della presidente del comitato di gestione della scuola materna Martina Corsi, della coordinatrice Manuela Cometto e del parroco di Stra’, don Gianni Pippa, che ha benedetto la rinnovata struttura. Asilo che accoglie 60 bimbi, di cui dieci sono quelli della sezione Primavera, appena rinnovata con un investimento di 260 mila euro. Tale onere è stato sostenuto con il contributo statale di 70 mila euro concesso del governo nel 2020, mentre i rimanenti 190 mila euro sono fondi messi a disposizione dall’ente locale. In realtà negli ultimi mesi sono stati investiti in questa struttura comunale 310 mila euro complessivi. Infatti, un anno fa, si è cominciato con la sostituzione della centrale termica che ha previsto l’installazione della nuova caldaia, potenziata rispetto a quella precedente, costata 50 mila euro. Questo primo intervento è stata condotto dalla ditta Climatech di Legnago, concluso a fine agosto dello scorso anno. Poi a settembre è stato aperto il cantiere necessario alla costruzione dell’ampliamento del pianterreno della scuola materna, la parte che è costata appunto 260 mila euro. L’impresa che ha eseguito i lavori, conclusi lo scorso giugno, è la Perazzoli Costruzioni di Bovolone. Z.M.

Suggerimenti