CHIUDI
CHIUDI

14.08.2020 Tags: Val D'Alpone

Madonnari d’Italia nel cortile di casa

I due artisti madonnari: sono marito e moglie
I due artisti madonnari: sono marito e moglie

Salta, causa emergenza sanitaria, il «campionato» dei madonnari ma Federico Pillan e Michela Bogoni, che da cinque anni si alternano alla vittoria, ai gessetti non rinunciano e si lanciano in un'opera a quattro mani nel cortile di casa loro. È a tutti gli effetti imperdibile l'appuntamento che attende chiunque lo desidera, oggi pomeriggio a partire dalle 17, in via Santa Croce 49 a Monteforte d'Alpone: sui sette metri quadrati e mezzo del cortile di casa, infatti, i due artisti (che sono pure marito e moglie) realizzeranno fino a notte fonda l'opera che vuole celebrare la 48ª edizione dell'Incontro nazionale dei madonnari, che si è sempre svolta alle Grazie di Curtatone (in provincia di Mantova) e che il Covid-19, invece, ha fermato. «IL CANCELLO DI CASA sarà aperto tutto il tempo», dice Pillan, «perché davvero non ce la facevamo a far passare ferragosto senza la nostra arte». L'appuntamento mantovano, infatti, da sempre cade il giorno dell'Assunta e sebbene sia impossibile vivere l'emozione di quei giorni, con artisti che arrivano da tutto il mondo, Pillan ha pensato di condividere un po' di quel «profumo» con il paese e i veronesi. «L'ho deciso mercoledì sera, guardando il camper desolatamente fermo e non in procinto di partire: mezz'ora dopo stavo già preparando il materiale per approntare il fondo del nostro dipinto». UN'ALTRA MANCIATA di minuti dopo sono venuti fuori anche il tema e «Compagni di viaggio», cioè il titolo dell' opera: «Vogliamo omaggiare l'Incontro delle Grazie ma anche la memoria di due grandissimi artisti che abbiamo conosciuto e che sono scomparsi di recente, cioè Straccetto e Pino. Artisti veri, madonnari che avevano scelto la strada e che, più volte, avevano pure condiviso quel furgone attrezzato a camper che era la casa di Straccetto. Michela li ritrarrà sullo sfondo della piazza del Santuario delle Grazie che realizzerò io». IN QUESTA FRASE c'è la sintesi della specialità di entrambi i coniugi, che hanno una intensa attività artistica e che, per quanto riguarda l'appuntamento di Mantova (che è quello che ha fatto scuola in tutto il mondo) hanno trascorso gli ultimi cinque anni a soffiarsi il titolo assoluto: Pillan l'ha conquistato lo scorso anno, bissando la vittoria del 2017 mentre Michela, che ha vinto nel 2018 (secondo il marito che aveva conquistato l'argento anche nel 2016) ha replicato l'oro che si era portata a casa nel 2015. L'arte di strada, dunque, approda in cortile «perché ci manca viaggiare, parlare con le persone, sentirci parte di una festa e così abbiamo voluto proporla, anche se decisamente più in piccolo», aggiunge Pillan. Ingrediente fondamentale, oltre l'arte, il viavai delle persone, le chiacchiere, lo stare in compagnia e la condivisione: ecco perché il cortile diventa piazza e Monteforte, grazie a loro, regala una inattesa serata speciale per ferragosto. I fari che illumineranno sotto le stelle le mani di Federico e Michela sono pronti come i gessetti, in fila come ordinati soldatini. •

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie