CHIUDI
CHIUDI

01.08.2019

Lo sviluppo urbanistico si adegua

Il sindaco Marcello Lovato
Il sindaco Marcello Lovato

Prosegue il lavoro dell’amministrazione comunale di Caldiero per aggiornare gli strumenti urbanistici comunali alle mutate esigenze del paese: questa sera alle 21, nell’auditorium all’ultimo piano della nuova ala della scuola elementare Carlo Ederle in piazza Vittorio Veneto, si terrà la terza assemblea di presentazione delle proposte inserite nella variante numero 2 al Pati (Piano di assetto del territorio intercomunale). Si tratta del terzo incontro rivolto alla popolazione, enti e associazioni sul tema «Quale assetto vogliamo dare al nostro Comune?». Verrà presentata la variante di recepimento delle norme del Piano territoriale provinciale di coordinamento (Ptcp) e quindi si tratta di un adeguamento della pianificazione comunale a quella di livello superiore, provinciale. Il documento è stato predisposto dall’architetto Daniel Mantovani dopo un intenso lavoro di consultazione e di verifica delle esigenze del paese, coordinato dalla responsabile del settore edilizia privata del Comune, l’architetto Francesca Strazza. «L’amministrazione sta cercando di riqualificare il tessuto urbano attraverso l’aggiornamento dei propri strumenti di pianificazione», ricorda il sindaco Marcello Lovato che si è riservato la delega all’urbanistica. Dopo aver approvato in Consiglio comunale la variante numero 9 al Piano degli interventi, che ha permesso 15 modiche puntuali allo strumento urbanistico e aver approvato la variante numero uno al Pati, con delibera di Consiglio comunale del 9 luglio scorso, Caldiero quindi si avvia ad adottare una ulteriore variante al Piano di assetto territoriale intercomunale per il solo territorio di Caldiero. Recentemente è stata approvata pure la variante 11 al Piano degli interventi, così come da mesi è in corso la revisione del regolamento edilizio col recepimento del Ret, Regolamento edilizio tipo della Regione. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1