Allo Stefani–Bentegodi di Caldiero

La trovata degli studenti, l'ultimo giorno a scuola con il trattore

I trattori parcheggiati dagli studenti all’istituto Stefani-Bentegodi di Caldiero
I trattori parcheggiati dagli studenti all’istituto Stefani-Bentegodi di Caldiero
I trattori parcheggiati dagli studenti all’istituto Stefani-Bentegodi di Caldiero
I trattori parcheggiati dagli studenti all’istituto Stefani-Bentegodi di Caldiero

Per l'ultimo giorno di lezione, venerdì gli studenti di quinta dell'istituto superiore Stefani–Bentegodi di viale della Stazione a Caldiero non hanno preso l'autobus, né hanno raggiunto la scuola accompagnati in auto dai genitori o con il proprio scooter. Da qualsiasi paese essi provenissero, hanno guidando un trattore. Un mezzo certamente inusuale come scuolabus.

 

Un gesto simpatico, tuttavia, per chi studia le materie agrarie, ambientali e dell'agroalimentare, dopo un anno in cui non si è potuto fare quasi niente, né iniziative né visite nelle aziende, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. Anno scolastico che è iniziato con la dad, la didattica a distanza, ed è finito con poco più di metà delle classi in presenza. Insomma un anno da dimenticare e da cancellare dagli annali, ma pur sempre l'ultimo anno per chi finisce il ciclo di studi.

 

«Gli altri anni, per la fine dell'anno scolastico», ricordano il direttore di sede professor Federico Amari e il dirigente scolastico Francesco Rossignoli, «organizzavamo la giornata della meccanizzazione, cosa che è saltata, avendo poche classi in presenza e non potendo accogliere genitori ed esterni». Come finire dunque questo anno scolastico, quello dell'esame di maturità per gli studenti di quinta? Andando a fare lezione l'ultimo giorno di scuola, appunto, sui trattori. Li hanno tirati fuori dai magazzini di buonora, hanno messo gli zaini dentro le cabine e si sono messi in strada al volante di Fendt, New Holland, Same e Landini.

 

Mano a mano che le macchine agricole sono giunte all'istituto superiore hanno occupato l'intero parcheggio e anche lo spazio antistante l'ingresso del plesso. Gli studenti sono arrivati a mettere decine e decine di trattori uno accanto all'altro, in più aree. Almeno questo non è stato vietato e l'iniziativa spontanea, partita proprio dagli studenti dell'ultimo anno, ha dato vita a una giornata della meccanizzazione sui generis. 

Zeno Martini

Suggerimenti