L’Auser ricomincia Primo incontro sul Covid

L’Università itinerante dell’Auser riparte dall’attualità, ovvero dalla pandemia: è proprio all’emergenza sanitaria, infatti, con un approccio a 360 gradi, che l’Auser di San Bonifacio ha deciso di dedicare il primo degli otto incontri del nuovo anno formativo che si aprirà ufficialmente domani, alle 15.30, al teatro Centrale. Relatore d’eccezione del primo incontro, che servirà anche a formalizzare le iscrizioni e a scoprire tutto il programma dell’Università Auser, che si chiuderà il 21 aprile del 2021, sarà infatti Pietro Girardi, il direttore generale dell’Ulss 9 «Scaligera». Il presidente Stefano Vignola ha chiesto infatti al dirigente Girardi di inaugurare il primo degli incontri tematici che si terranno all’Università: il responsabile, nelle sue due ore a disposizione per parlare ai corsisti, spiegherà come operi l’Ulss 9 nello scenario dell’emergenza sanitaria. Nei mercoledì successivi, col trasferimento del corso nella sua sede tradizionale, ovvero nella sala «Barbarani», lo stesso tema verrà trattato illustrando l’operatività dell’Auser in tempo di Covid 19. Quindi, negli incontri successivi, si parlerà del rapporto tra Stato e Regione, nella gestione della sanità per poi passare al servizio prestato dall’Arma dei carabinieri durante l’emergenza Covid-19, nonché alle fragilità del sistema economico del Nord-Est, minacciato dalle infiltrazioni mafiose anche dopo la crisi economica post lockdown. Poi si parlerà ancora di pandemie, ma attraverso la letteratura, quella de «I promessi sposi» di Alessandro Manzoni e de «La peste» di Albert Camus. Dal 25 novembre al 20 gennaio ci sarà spazio per celebrare Dante Alighieri e lo scrittore per bambini - ma non solo - Gianni Rodari, oltre a ragionare sulle diverse dimensioni che procurano il benessere fisico, scoprire il tango di Astor Piazzolla e la figura del regista Ken Loach, nonché parlare del senso del viaggio. Il 27 gennaio, inoltre, inizierà il percorso alla scoperta dell’epoca dell’Illuminismo, con appuntamenti su vari temi, una visita guidata e tre viaggi di una intera giornata, fino ad arrivare a parlare della Cantoria veneta, il 21 aprile. L’iscrizione all’anno formativo dell’Università itinerante prevede il tesseramento all’Auser, che costa 25 euro e che comprende anche una assicurazione personale.

P.D.C.

La posta della Olga