In Avis da 40 anni Bodini festeggia le 121 donazioni

Giovanni Bodini  con il personale del centro trasfusionale
Giovanni Bodini con il personale del centro trasfusionale
Giovanni Bodini  con il personale del centro trasfusionale
Giovanni Bodini con il personale del centro trasfusionale

Un volontario caldierese attivo da oltre 40 anni, Giovanni Bodini, ha donato il suo sangue per gli altri per la 121esima volta nella sua vita giovedì 8 luglio. È stata la sua ultima volta, o quasi, dato che ha raggiunto il limite d’età previsto dal protocollo sanitario per le donazioni di sangue periodiche. Tuttavia, se le condizioni di salute glielo consentiranno, potrà effettuare ancora una donazione all’anno, fino al raggiungimento dei 70 anni di età. Un volontario attivo in questo campo dal 1980, che ha guidato come presidente la sezione dell’Avis comunale di Caldierino e Caldiero tra il 2002 e il 2012 e poi dal 2017 allo scorso febbraio. Bodini ha fatto parte dei consigli direttivi avisini dal 1995 al 2002 e poi nuovamente dal 2012 al 2016. Attualmente svolge il ruolo di presidente del collegio dei revisori dei conti dell’Avis di Caldiero. Da quattro anni ha assunto il servizio di accoglienza a accompagnamento volontari donatori al Centro trasfusionale di San Bonifacio. Quest’anno è entrato nel direttivo dell’Avis provinciale e dunque, anche se le sue donazioni diminuiranno, il suo impegno per il sodalizio non si fermerà per questo. «Per la nostra Comunale Avis Giovanni è un esempio e lo ringraziamo per quanto ha fatto per l’ associazione», dice la presidente dell’Avis Caldierino e Caldiero Angelina Lonido che ha preso il suo posto. «Attraverso l’esempio di Bodini, chiedo di non dimenticarsi durante l’estate di donare, perché il periodo delle ferie è critico per sacche di sangue ed emoderivati».•. Z.M.