Il Coni premia Cengia l’«angelo» dello sport

L’imprenditore Renato Cengia premiato dal Coni
L’imprenditore Renato Cengia premiato dal Coni

Premio del Coni per la promozione sportiva a Renato Cengia, imprenditore e presidente dell’Asd Calcio Illasi. Un riconoscimento assegnato a una carriera che parte da lontano quando, negli anni Cinquanta, Cengia giocava in squadre amatoriali. Poi, per impegni familiari e lavorativi, abbandonò il calcio giocato, ma non i compiti dirigenziali, restando sempre a fianco della società polisportiva Libertas AC Illasi, nata ufficialmente nel 1966, collaborando come sponsor e dirigente nella realizzazione di lavori per il completamento delle strutture del campo sportivo. Nel 1971 vennero realizzati i nuovi spogliati con il contributo fondamentale dell’impresa edile Cengia che vide il suo titolare sempre più presente nella vita societaria dell’associazione sportiva, diventandone con gli anni vicepresidente e presidente. E anche quando la crescita della società comportò la necessità di strutturare l’organigramma con l’inserimento di figure nuove che si occupassero delle varie attività, soprattutto del settore giovanile, nella promozione dello sport, non solo calcio, la sua presenza fu immancabile nell’organizzazione e realizzazione delle iniziative consolidate e nuove. Cengia è anche stato legato per molti anni, ben 32, al mondo amministrativo, come consigliere e assessore, per vent’anni è stato presidente della Cooperativa capimastri di Verona ed è membro del Rotary club di Soave. «Negli anni, la costante crescita dell’Asd Calcio Illasi, diretta da Renato Cengia, ha portato al tesseramento di oltre 200 atleti, 30 dirigenti e allenatori e un team di volontari di supporto alle iniziative di 25 persone. Il premio Coni riconosce la sua importante collaborazione anche in altri ambiti, dal volley all’atletica, alle bocce, al ciclismo, alla tradizione podistica non competitiva della Corrillasi e ad altre attività ricreative, culturali, sociali e di volontariato», ha commentato il fiduciario del Coni Giovanni Battocchio, che lo ha premiato e ne aveva sostenuto la candidatura nel direttivo provinciale. •

V.Z.