CHIUDI
CHIUDI

06.10.2019

Finito il blocco del cantiere Ripartono i lavori al municipio

Dopo tre mesi di stop, riaprirà, a partire da domani, il cantiere all’interno del palazzo municipale. L’impresa di costruzioni di Paolo Caldana di Mozzecane ha avviato lo scorso marzo la ristrutturazione interna dei tre piani del municipio, ma a luglio si erano verificati una serie di imprevisti che alla fine hanno impedito la prosecuzione dei lavori, almeno secondo il progetto originario. I lavori al municipio avrebbero dovuto concludersi entro la fine di quest’anno, ma così non potrà essere. Assieme all’ufficio tecnico comunale sono state eseguite, dall’impresa di Mozzecane, una serie di valutazioni, nel corso dell’estate, trovando comunque la soluzione agli imprevisti che si presentarono in corso d’opera e così l’impresa, lunedì scorso, 30 settembre, ha concluso il periodo di sospensione ed ha firmato in municipio la ripresa degli interventi. «Rispetto al progetto precedente, verrà installata una nuova caldaia per alimentare il riscaldamento della sede municipale», riferisce il sindaco Alessandro Ceretta, «ed altri piccoli accorgimenti edili, che portano ad aumentare il costo dell’opera di circa 60 mila euro». «L’impresa Caldana, che ringrazio per essersi messa a disposizione dei nostri uffici per trovare le soluzioni tecniche più giuste», aggiunge il sindaco Ceretta, «si è impegnata a concludere la ristrutturazione interna per la fine del prossimo marzo». Dunque, con l’aggiornamento dei costi, l’importo finale degli interventi in comune si avvicinerà ad 1 milione di euro di spesa. Ricordiamo che i lavori prevedono la sostituzione dei pavimenti, l’installazione dei nuovi impianti elettrici, idraulico, di riscaldamento e per la climatizzazione, in tutti e tre i piani dell’edificio pubblico. Inoltre, nel progetto rientra anche la sostituzione di tutti i serramenti interni ed esterni e anche il consolidamento e la messa in sicurezza anti sismica del municipio. Infine verrà rinnovato gran parte dell’arredo degli uffici. In municipio, sei anni fa, era già stato rifatto il tetto e fu anche restaurata la facciata. Mentre il cantiere è aperto, gli uffici municipali e quelli degli amministratori (degli assessori e del sindaco) sono stati trasferiti nell’ex biblioteca, all’interno di villa Ottolini, in piazza Poggi. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1