CHIUDI
CHIUDI

22.08.2019

Maratona di nuoto Fidas per donare

Nuotare per solidarietà e dare un futuro al sistema sanitario nazionale, che necessita delle trasfusioni. Questo l’obiettivo della 24 ore di nuoto del donatore Fidas, che si terrà da sabato a domenica 25 agosto, manifestazione nazionale di nuoto a staffetta rivolta ai donatori di sangue di tutta Italia, che giunge alla dodicesima edizione. Saranno ancora una volta le antiche Terme di Giunone ad ospitare l’appuntamento estivo della Fidas Verona. Dalle 16 di sabato 24 agosto, fino alla stessa ora di domenica, i volontari della donazione si alterneranno nella vasca olimpionica in una staffetta di nuoto a scopo promozionale. La manifestazione serve infatti a ricordare che il bisogno di sangue non si ferma mai. «Purtroppo lo scorso anno il maltempo ci ha impedito di scendere in vasca e quindi l’iniziativa non si è tenuta, ma quest’anno confidiamo nel sole e di poter superare i record precedenti, considerando che ad oggi sono già pervenute più di 200 iscrizioni», fa sapere Chiara Donadelli, presidente della Fidas Verona. «Ancora una volta vogliamo lanciare un messaggio per ricordare quanto è prezioso questo gesto semplice ma importantissimo, che permette di aiutare quanti necessitano di terapie trasfusionali», rimarca Donadelli. Anche questa dodicesima edizione prevede la partecipazione di donatori di sangue e sostenitori, provenienti da ogni parte d’Italia. Ogni partecipante nuoterà per 15 minuti nel corso della 24 ore no stop, tra sabato e domenica. Negli 11 anni precedenti hanno risposto all’invito oltre 2.200 volontari che, bracciata dopo bracciata, hanno percorso complessivamente oltre 1.200 chilometri. «L’estate è sempre un momento critico per molte Regioni a causa di carenza di sacche di sangue e in diversi casi, lungo lo stivale, si stanno registrando difficoltà nel reperire sangue ed emoderivati anche questa estate», ammonisce Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale della Fidas, «la 24 ore del donatore coniuga sport e donazione di sangue, un binomio fondamentale per coinvolgere nuovi volontari, in quanto punta a far scegliere corretti stili di vita e ad assicurare nei prossimi anni la necessaria continuità al sistema trasfusionale». «La donazione anonima, volontaria, gratuita e non remunerata di sangue e di emocomponenti garantisce le circa 8.500 trasfusioni di cui ogni giorno ha bisogno il nostro sistema sanitario nazionale», conclude Ozino Caligaris. Tante le novità in programma quest’anno: per conoscerle basta iscriversi alla staffetta prenotando i 15 minuti di bracciate in vasca. Per farlo occorre chiamare o inviare un messaggio whatsapp al numero dedicato 346. 8780965, bisogna inoltre compilare il modulo di prenotazione sul sito www.fidasverona.it, oppure si può aderire all’iniziativa di promozione del dono del sangue anche inviando una e-mail all’indirizzo 24ore@fidasverona.it. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1