CHIUDI
CHIUDI

05.12.2019

Aumentato il contributo per i disabili delle materne

È stato aumentato il contributo che il Comune di Caldiero eroga a favore dei piccoli diversamente abili, che frequentano le tre scuole dell’infanzia paritarie del paese: la Don Provoli del capoluogo, la Maria Bambina di Caldierino e la Maria Immacolata di Stra’. Il Consiglio comunale, con voti unanimi, ha infatti modificato la convenzione per il servizio educativo con le scuole dell’infanzia private che operano sul territorio, elevando da cinque e sei mila euro l’anno, il contributo che viene assegnato dal Comune, agli asili per ogni bambino certificato. Nella modifica inoltre, è stato tolto il tetto massimo precedente, che era di 10 mila euro: da adesso ogni scuola materna potrà percepire il contributo in base al numero di bambini disabili frequentanti, fino ad un massimo di 24 mila euro, in quanto al momento sono quattro i piccoli iscritti con certificazione. «Tale limite potrà essere cambiato, in accordo con i comitati di gestione degli asili», ha spiegato in assemblea civica la consigliere comunale Elisa Bonamini, che si occupa di scuole ed infanzia, «se il numero di bimbi frequentanti certificati cambierà. Infatti altre certificazioni sono in itinere per i prossimi anni educativi». «Lo spirito che ci ha portati ad operare questa modifica», ha proseguito Bonamini, «va nella direzione di far diventare sempre più le tre scuole dell’infanzia paritarie, luoghi di integrazione». «Ricordiamo che nel nostro comune non ci sono scuole materne pubbliche», ha aggiunto il sindaco Marcello Lovato, «e che le materne tre private, svolgono un ruolo insostituibile nella formazione dei bambini. In totale sono 233 i posti a disposizione per i piccoli del paese nelle tre scuole, molti di più del numero degli iscritti».

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1