Amministrative

Damiano Tommasi nuovo sindaco di Verona, al ballottaggio conquista il 53,4% dei voti: «Momento storico»

Damiano Tommasi abbraccia la moglie Chiara (Foto Marchiori)
Damiano Tommasi abbraccia la moglie Chiara (Foto Marchiori)
TOMMASI SINDACO, LA FESTA (FOTO MARCHIORI)

Damiano Tommasi batte Federico Sboarina al ballottaggio e diventa sindaco di Verona. Affluenza al 46,8% (al primo turno fu del 55%, nel 2017 l'affluenza al ballottaggio si fermò al 42,40%). Il candidato del centrosinistra ha vinto con il 53,4% contro il 46,6 del sindaco uscente.

 

La diretta

Ore 2.00 Damiano Tommasi entra a palazzo Barbieri: «Verona si è raccontata in modo diverso dal solito, siamo riusciti a raccontare la politica senza insultare, parlando di giovani e di progetti. Oltre al tema di amministrare, c'è il tema di girare pagina. Dobbiamo coinvolgere tante persone e speriamo che in tanti si muovano: la politica deve attivare la gente. Grazie a tutti quelli che si sono dati da fare»

Ore 1.50 Festa in piazza Bra mentre arriva il dato definitivo. Damiano Tommasi ha preso 50.118 voti (53,4%), Federico Sboarina 43.730 (46,6%)

Ore 1.30 Damiano Tommasi arriva in piazza Bra. Qui la nostra diretta dalla piazza

Tommasi abbraccia la moglie e i figli (video Mazzara)

Ore 01.15 «Su Verona è stato uno sbaglio di Sboarina e Tosi non sapersi accordare nel ballottaggio con apparentamento o appoggio ufficiale, ma il vero errore è stato fatto al primo turno quando solo FdI e Lega hanno appoggiato il sindaco uscente mentre Fi ha voluto rompere per appoggiare Tosi che poi non è arrivato neanche al ballottaggio», dichiara il senatore di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa.  «Che bella Verona. Grande Damiano Tommasi.️. Il Centrosinistra vince queste elezioni amministrative grazie a candidati credibili, un’alleanza larga (politica e civica) e un forte spirito unitario intorno ai nostri candidati e al Pd». Così in su twitter il sindaco di Pesaro e coordinatore sindaci Pd Matteo Ricci.

Ore 01.00 Tommasi ha superato i 50.000 voti. Manca solo una sezione su 265, potrebbe essere la stessa che non aveva comunicato tutti i dati al primo turno

Ore 00.50 L'affluenza finale e ufficiale è del 46,8% (55% al primo turno, 42% nel ballottaggio del 2017). Dalla sede di via Faccio l'«onda gialla» di Damiano Tommasi si sta spostando in piazza Bra

Ore 00.30 Damiano Tommasi, nuovo sindaco di Verona, ha preso circa 7.000 in voti più rispetto al primo turno, Sboarina circa 8.000. L'ex primo cittadino: «Abbiamo perso, ho chiamato Tommasi e gli ho detto che gli lasciamo una città in salute, che è cresciuta. Forse non siamo riusciti a comunicarlo abbastanza. Faremo opposizione per far terminare le cose che abbiamo fatto e per evitare quelle che possano bloccare la città. Nessuno in giro ha fatto l'apparentamento, non capisco perché dovevamo farlo noi. Dobbiamo capire perché abbiamo perso per migliorare»

Ore 00.15 Lungo abbraccio di Tommasi con la moglie e le figlie. «Non avrei mai pensato di diventare sindaco, abbiamo scritto una pagina di storia. Incredibile l'entusiasmo che abbiamo mosso, sono felice di esserci anche io. Verona ha dimostrato che si può fare politica senza denigrare l'avversario e parlando di progetti. Verona se lo merita. Verona aspettava questo da tanto tempo. Grande responsabilità ora: siamo riusciti a parlare di politica senza insultare e attaccare. Sboarina mi ha già fatto l'in bocca al lupo»

Ore 00.10 «Sindaco, sindaco, sindaco» Damiano Tommasi accolto dai cori dei suoi

Ore 00.05 Scende verso il 53.5% Tommasi, ma mancano solo 20 sezioni e il risultato è deciso

Ore 00 Festa al quartiere generale di Tommasi

Festa Rete per Tommasi (video Mazzara)

Ore 23.50 Con 167 sezioni, Tommasi ancora saldamente in vantaggio: 53,5 a 46,5%. Paternoster: «Ha straperso il sindaco uscente». Tommasi atteso nella sede di Rete alle 24.

Ore 23.45 A metà sezioni Tommasi è al 54%. La Paglia (Pd): «Aspetto l'ultima sezioni per festeggiare. In studio a TeleArena Luca Mascanzoni (coordinatore provinciale Fratelli d'Italia) ammette la sconfitta. Scoppia la festa nel quartiere generale di Tommasi. Melotti (Forza Italia): «Mancato apparentamento per ragioni di poltrone, la responsabilità è di Sboarina»

Ore 23.40. Anche le tv nazionali dicono che Tommasi è ormai sicuro di essere sindaco. Con 100 sezioni Tommasi è al 53,88

Ore 23.30. Prime 50 sezioni su 265: Tommasi avanti, attorno al 54%

Ore 23.25. Affluenza sotto il 47. Paternoster (Lega) prende già le distanze durante la diretta di TeleArena: «Non si capisce perché governiamo con Pd e M5S a Roma e Sboarina non possa governare con Tosi e Forza Italia a Verona». Melotti (Forza Italia): «A Sboarina serve un bagno di umiltà». Dai primi risultati ufficiosi Tommasi sembra avanti.

Ore 23.10 Consolidata ormai l'affluenza fra il 47 e il 48% (55% al primo turno, 42,4% al ballottaggio del 2017)

Ore 23.05 Dalle prime 50 sezioni, l'affluenza si attesta al 48% (55% al primo turno, 42,4% al ballottaggio del 2017)

Ore 23. Chiuse le urne, Verona «campo principale» anche sulle tv nazionali. Tensione nei due schieramenti. Non ci sono exit-polls, ad eccezione di quanto avvenuto al primo turno. Tommasi atteso a mezzanotte nel quartiere generale di Rete, Sboarina a palazzo Barbieri. L'affluenza dovrebbe attestarsi sotto al 50% (al primo turno era stata del 55% circa).

 

AFFLUENZA

Affluenza finale al 46,8% (55% al primo turno, 42% nel ballottaggio del 2017).

Alle urne alle 19 il 32,07% degli aventi diritto. Il 12 giugno alle 19 aveva votato il 37,46%.

L'affluenza alle 12, a Verona, è stata del 17,31%, uno 0,01% in meno rispetto a 15 giorni prima.

 

Patrizia Bisinella e Flavio Tosi al voto (foto Marchiori)
Patrizia Bisinella e Flavio Tosi al voto (foto Marchiori)

 

 

PRIMO TURNO

Al primo turno Tommasi, candidato dal centrosinistra, aveva raccolto 43.106 voti (39,8%), mentre il sindaco uscente, candidato di parte di centrodestra, 35.404 (32,7%). Decisivi per il ballottaggio i voti degli altri quattro candidati sindaci: Flavio Tosi (25.843 voti), Alberto Zelger (2.857 voti), Anna Sautto (646 voti) e Paola Barollo (434 voti). Quest'ultima ha espresso il proprio sostegno a Sboarina, mentre Tosi aveva offerto un apparentamento che è stato rifiutato dal primo cittadino uscente.

 

Votanti alle Provolo (Marchiori)

Giorgia Cozzolino e Riccardo Verzè