CONTROLLI DELLA POLIZIA A PORTA NUOVA

Ubriaco molesta i passanti davanti alla stazione e aggredisce gli agenti: arrestato

Zac segnala all'agente lo stupefacente
Zac segnala all'agente lo stupefacente
Zac segnala all'agente lo stupefacente
Zac segnala all'agente lo stupefacente

Resistenza a Pubblico Ufficiale ed ubriachezza manifesta: sono questi i reati contestati dagli agenti delle Volanti a un 23enne che, aggirandosi con fare molesto ed una bottiglia in mano, è stato arrestato nei pressi della stazione di Verona Porta Nuova. Gli operatori sono intervenuti intorno alle 20.30, a seguito della segnalazione giunta alla centrale operativa della questura, da parte di alcuni passanti preoccupati per la presenza di un soggetto molesto che si aggirava tra la gente. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti dopo aver intercettato l’uomo in evidente stato di ebbrezza, hanno proceduto alla sua identificazione. Secondo quanto accertato, l’uomo – cittadino extracomunitario, classe 1999, irregolare sul territorio nazionale e già noto alle Forze dell’Ordine anche per reati contro il patrimonio - ha assunto un atteggiamento molesto ed aggressivo nei confronti dei passanti.

Lo stesso atteggiamento violento, il giovane lo ha mantenuto anche nei confronti degli agenti intervenuti, rifiutandosi di fornire le proprie generalità e colpendo gli agenti, nel tentativo di sottrarsi al controllo, anche durante le fasi dell’accompagnamento presso gli uffici di Lungadige Galtarossa. Al termine degli accertamenti, il 23enne è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e sanzionato per ubriachezza manifesta. L’Ufficio Immigrazione della locale Questura ha avviato le pratiche relative alla sua espulsione. Questa mattina, il giovane è comparso davanti al giudice che ha convalidato l’arresto.

Spaccio Un cittadino italiano, di 34 anni, è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio nella stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova. In particolare, ieri mattina, durante i controlli straordinari “Rail Safe Day”, in collaborazione con l’unità cinofila della Guardia di Finanza di Villafranca, il giovane è stato fermato in stazione in quanto “ZAC” lo ha segnalato ai poliziotti. Accompagnato negli uffici di Polizia, il fiuto del cane ha permesso agli agenti di trovare nello zaino del ragazzo, ben nascosto, un involucro contenente circa 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, poi sottoposta a sequestro. L’arresto del 34enne, con numerosi precedenti per spaccio, è stato convalidato.