Maltempo

Temporale e raffiche di vento, feriti in moto e tetti scoperchiati. Caduti alberi e pali

.
Il cielo rosso di ieri sera all'arrivo del temporale
Il cielo rosso di ieri sera all'arrivo del temporale
Maltempo, onde alte a Torri del Benaco (Noro)

Il temporale ieri sera sul Veronese ha portato un netto calo delle temperature ma anche danni, per il forte vento con violente raffiche che hanno sradicato numerosi alberi e causato due gravi incidenti stradali. Entrambi con una dinamica pressoché identica: le piante sradicate dalle violente raffiche si sono trasformate infatti in pericolosi ostacoli per ignari motociclisti, che se le sono trovate improvvisamente davanti e non sono riusciti ad evitarle.

 

Maltempo sul Veronese

 

Il primo impatto è accaduto intorno alle 20 in via Villabona, la strada che conduce a Custoza. Un 17enne, in sella ad uno scooter, è finito contro un albero caduto sulla carreggiata. L’urto è stato violento e i soccorritori hanno temuto inizialmente per le condizioni del ragazzo che ha sbattuto la testa contro il tronco. Fortunatamente il casco ha attutito il colpo e il giovane si è poi ripreso. Il ragazzo è stato trasportato all’ospedale di Borgo Trento ma non correrebbe pericolo di vita. Sul posto il personale del 118, i carabinieri di Sommacampagna e anche il sindaco Fabrizio Bertolaso. Stessa sorte mezz’ora più tardi a Domegliara di Sant’Ambrogio di Valpolicella dove il maltempo ha giocato un brutto scherzo ad un motociclista 40enne travolto da un platano abbattuto dal vento. L’incidente si è verificato lungo la Provinciale all’altezza del parcheggio del supermercato Eurospin in direzione di Ponton. L’uomo, soccorso dal personale del 118 e dalla polizia locale di Sant’Ambrogio - affiancati dal sindaco Roberto Zorzi, dalle Giubbe verdi della Protezione civile e dagli operai del municipio impegnati a rimuovere i detriti lasciati sulle strade dal nubifragio - è stato trasferito in codice rosso al Polo Confortini di Verona.

A Pontirola di Torri, intorno alle 20.30, i vigili del fuoco di Bardolino e la Guardia costiera di Salò hanno tratto in salvo una famiglia straniera formata da un adulto e tre bambini a bordo di un motoscafo Open. Il natante era alla boa ad un centinaio di metri dalla riva, ma le onde fortissime gli impedivano di rientrare. La disavventura ha avuto un lieto fine e la famiglia tratta in salvo è stata accolta dagli applausi della decina di persone che ha assistito ai soccorsi. Nel Villafranchese il vento ha creato non pochi problemi sia a Lugagnano che nella zona di Dossobuono, dove sono volate anche tegole dai tetti delle abitazioni.

 

Lungo la strada statale 12 “Dell’Abetone e del Brennero” è stato chiuso il tratto, in entrambe le direzioni, al km 309,900, nel comune di Dolcè a causa della caduta di alcuni massi sulla carreggiata. La circolazione è deviata su Brentino Belluno. Sul posto sono presenti le squadre Anas e le Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e per il ripristino della normale circolazione nel più breve tempo possibile.

 

Il violento temporale ha investito anche la città con fortissime raffiche di vento che hanno abbattuto alberi e rami in molte vie. Colpite in particolare l’area della stazione ferroviaria di Porta Nuova, quella vicina all’ospedale di Borgo Roma e la zona del Porto San Pancrazio. Limitate invece le precipitazioni, sia a Verona che in Valpolicella, nonostante l’impressionante fronte temporalesco e un orizzonte rosso-arancione che minacciava un disastro.

 

La rinfrescata è stata indotta da un fronte perturbato molto più attivo a nord delle Alpi. A Verona il rischio di temporali di una certa intensità ora sembra molto contenuto. L’aspetto più significativo è però una riduzione piuttosto sensibile della temperatura, specie da domani e nella giornata di giovedì. La diminuzione attesa è nell’ordine di 6/7 gradi almeno. Il calo termico sarà molto più avvertibile sull’Italia settentrionale, mentre nel centro-sud il cambiamento arriverà solo da giovedì. La giornata odierna sarà più nuvolosa, pur con ampie schiarite accompagnate da temperature nettamente più gradevoli, quindi con valori massimi attorno ai 28/29 gradi. Piacevole frescura in serata. Domani il sole tornerà a farsi vedere con più continuità, al netto di qualche nube pomeridiana.

 

Superlavoro per i vigili del fuoco: dalle 19.50 ieri sera numerose chiamate al 115 per tetti divelti, piante in strada e soccorso ad imbarcazioni alla deriva sul lago di Garda, oltre a un incendio capannone a San Bonifacio. Sette le squadre operative sul territorio oltre a supporti giunti da Venezia, Rovigo e Padova con autoscala e piattaforma tridimensionale. A mezzanotte si contavano 15 interventi effettuati e 10 interventi in corso, mentre 37 erano ancora in attesa.

Stefano Nicoli e Barbara Bertasi