Tra Verona Est e Soave

Tamponamento tra camion in A4: ferito un camionista

Traffico in A4 visto dalla webcam del sito della società autostradale
Traffico in A4 visto dalla webcam del sito della società autostradale
Incidente in A4 (Dapiran)

Un ferito in condizioni meno gravi di quanto si temeva in un primo momento, ma disagi rilevanti alla circolazione, costituiscono il bilancio di un incidente che è avvenuto questa mattina nel tratto veronese dell’autostrada Milano-Venezia. Erano le 10.30 quando, circa tre chilometri dopo lo svincolo di Verona Est, in direzione Venezia, si è verificato un tamponamento fra due camion.

 

A causa dello scontro, che è stato piuttosto violento, la cabina del mezzo pesante che è andato a sbattere contro quello che lo precedeva è stata letteralmente schiacciata, fatto a causa del quale l’autista ha subito una serie di traumi: frattura esposta delle gambe e trauma toracico. Per questo medici ed infermieri del Suem 118, che sono intervenuti con un’ambulanza ed un’auto medica, hanno chiesto l’intervento dell’elicottero, con il quale l’uomo, una volta stabilizzate le condizioni, è stato portato al Pronto soccorso dell’ospedale di Borgo Trento.

 

Qui è stato posto sotto osservazione, anche se al momento dei primi soccorsi era cosciente. Per estrarlo dalla cabina è comunque risultato necessario l’aiuto dei vigili del fuoco del comando di Verona. L’incidente, i cui rilievi sono stati compiuti dagli agenti della sezione di Verona Sud della polizia stradale, ha inevitabilmente causato rallentamenti alla circolazione, con code che sono arrivate ad allungarsi per alcuni chilometri sino alla tarda mattinata.

 

Il passaggio sulla corsia di sorpasso non è però di fatto mai stato interrotto, salvo che per quei pochi minuti nei quali l’autostrada è rimasta chiusa, per consentire l’intervento dei mezzi di soccorso. Tutte queste operazioni sono state regolate dagli ausiliari della Brescia-Padova, con il coordinamento dalla Polstrada. Oggi il tratto veronese della Serenissima è interessato da un intenso traffico.

Luca Fiorin