Tre percorsi per tutti i gusti

Straverona, in 10mila alla corsa cittadina, tra loro anche i candidati sindaco. E c'è chi taglia il traguardo in auto

Come da tradizione la partenza viene data dallo scioglimento del cordone del gruppo sportivo dell’85° Rav Verona
Come da tradizione la partenza viene data dallo scioglimento del cordone del gruppo sportivo dell’85° Rav Verona
Straverona, la partenza (Perlini)

AGGIORNAMENTO ORE 8.30. Pronti, attenti e via... la 39ª edizione della Straverona. Come da tradizione la partenza è stata data dallo scioglimento del cordone del gruppo sportivo dell'ottantacinquesimo Rav Verona. In 10mila alla corsa cittadina.

Tra questi anche i candidati alla carica di sindaco ai nastri di partenza: il sindaco Federico Sboarina è accompagnato da Filippo Rando mentre l'ex primo cittadino Flavio Tosi da Alberto Bozza. Non manca nemmeno Damiano Tommasi con la deputata Alessia Rotta e un nutrito gruppo di ex consiglieri. I tre sono stati attentissimi a scegliere percorsi diversi: Tosi corre la 5 chilometri, Sboarina la 10 mentre Tommasi punta alla 20 chilometri.

Nonostante la presenza di transenne, di volontari della Straverona e di agenti della Polizia Locale, intorno alle 10.30 un auto che si era persa tra le deviazioni ha tagliato il traguardo.

L'auto è partita da via Dietro Anfiteatro, arrivata all'intersezione con vicolo Tre Marchetti, zona controllata dai volontari dell'organizzazione, è stata fatta svoltare dagli stessi in vicolo Tre Marchetti, per poi proseguire diritto in piazza Bra in quanto non riuscivano ad aprire le transenne. 

 

In auto al traguardo della Straverona (Perlini)
In auto al traguardo della Straverona (Perlini)

 

Straverona, l'attesa (Cozzolino)

 

Ieri i bambini si sono divertiti un mondo a scorrazzare sui tracciati in Bra, preparati per loro dall’Associazione Straverona. La stessa che questa mattina fa correre 10mila partecipanti sui tre percorsi, al via sempre dal salotto della città, e lì rientrano. Per i ritardatari, iscrizioni dalle 7.30 nel Loggiato della Gran Guardia.

I percorsi. Cinque chilometri piani privi di barriere adatti alle famiglie e ai quattrozampe (al via alle 9), 10 che salgono sulle Torricelle (ore 8.45) e 20 (alle 8.30) che si allungano fino in Valpantena per rientrare in Bra dalla Castellana.

Come da tradizione la partenza sarà data dallo scioglimento del cordone del gruppo sportivo del Comfoter.

Ecogreen La trentanovesima edizione ha posto l’attenzione sull’ambiente (poca carta e zero plastica) grazie alla collaborazione con Dna Sport Consulting che applica le direttive Iso 20121 nella gestione degli eventi. Negli otto punti ristoro l’acqua è quella del sindaco, servita nei bicchieri compostabili, pescata dall’acquedotto e filtrata, garantita attraverso 13 erogatori, grazie ad Amia, Agsm-Aim e Plastic Free Onlus. Per la riduzione di C02, Atv mette a disposizione il servizio bus gratuito: le navette a ciclo continuo da e per il parcheggio C dello Stadio partiranno dalle 7 alle 8.30 e per il ritorno dalle 11.30 alle 14.30. La bicicletta è custodita nel deposito (dalle 8 alle 13) dalla Fiab Amici della Bicicletta, sempre in Bra.

Squadra Ffc Ricerca Lungo il percorso dei 5 chilometri, la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus avrà come portabandiera Rachele Somaschini, campionessa di rally femminile, affetta da fibrosi cistica. L’Associazione Straverona sposa per il secondo anno consecutivo la onlus che dal 1997 si batte per trovare un rimedio alla malattia genetica più diffusa in Europa e che in Italia affligge seimila persone.

Eventi collaterali Ieri Verona Minor Hierusalem ha fatto compagnia nella quarta passeggiata culturale «Rinascere dall’Acqua. Verona aldilà del fiume». Oggi, esibendo i pettorali, l’entrata è gratuita nei siti archeologici e nei musei come l’Arena, Castelvecchio, la Casa di Giulietta, il Teatro Romano e molti altri. I militari della Comfoter presenti in Bra con il proprio stand attraverso Radio Esercito racconteranno la manifestazione. Ieri la squadra ha partecipato alla staffetta Run4Hope Massigen a sostegno dell’Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma (Ail): al via da Vicenza e arrivata in Bra con scambio fra Km Sport e militari a San Martino, riparte oggi verso Monteforte e con Valdalpone De Megni torna nel vicentino per toccare le altre province venete; si conclude fra sette giorni. Ad accogliere i podisti in Bra c’era Sara Simeoni

Anna Perlini