All'alba nei pressi di Porta Vescovo

Sbanda con l'auto, giovane ubriaco travolge e uccide una ragazza di 29 anni e poi tenta la fuga

Gli agenti della polizia locale sul posto per i rilievi
Gli agenti della polizia locale sul posto per i rilievi
Investimento in via Torbido (Marchiori)

Tragico incidente questa mattina all'alba a Verona in zona Porta Vescovo.  Secondo quanto riferito dalla polizia locale, intorno alle 5.30, una Volkswagen Polo, guidata da un giovane veronese, ha sbandato finendo per investire e uccidere una ragazza di 29 anni, marocchina residente in città, che stava camminando sul marciapiede insieme a un amico.

L'automobilista, un 26 enne, anziché fermarsi a prestare soccorso, è fuggito ma è stato intercettato dagli agenti della Locale che si trovavano in zona per i controlli nei pressi di una discoteca dove, già nei weekend scorsi, si erano registrati comportamenti pericolosi sulla strada. 

Inutili i soccorsi degli operatori sanitari del  SUEM 118  intervenuti sul posto, la giovane è spirata poco dopo il loro arrivo. Dagli accertamenti sullo stato psicofisico del conducente dell'auto è emerso che il 26enne aveva un tasso alcolemico ben sopra al limite consentito. 

Sono state avvisate le autorità consolari marocchine per l'avviso ai familiari del decesso della giovane e i filmati delle telecamere di zona sono stati messi a disposizione delle autorità giudiziarie.

 

Leggi anche
Le notti «spericolate» in via Torbido: giovani ubriachi fanno inversioni a U e attraversano a piedi

Giorgia Cozzolino