l'intero processo gestibile tramite App

Ricarica veicoli elettrici, Agsm aggiorna le condizioni di utilizzo

L’espansione dei servizi di mobilità elettrica è uno degli obiettivi del Piano Industriale del Gruppo che, al 2024, prevede di installare una colonnina elettrica ogni 1.000 abitanti nei Comuni di Verona e Vicenza
Una colonnina di ricarica per le auto elettriche
Una colonnina di ricarica per le auto elettriche
Una colonnina di ricarica per le auto elettriche
Una colonnina di ricarica per le auto elettriche

Agsm Aim ha aggiornato, dallo scorso 15 settembre, le condizioni di utilizzo del servizio di ricarica dei veicoli elettrici. Per continuare a usufruire del servizio, i clienti – già precedentemente informati tramite email e app – dovranno completare i dati del profilo e inserire le modalità di pagamento, che potrà essere effettuato con carta di credito o carta prepagata. Il pagamento sarà attivo in tutti gli impianti Agsm Aim e-mobility.

Il dettaglio della tariffa sarà visualizzabile direttamente nell’app «agsmaim e-mobility», lanciata lo scorso 22 agosto, che consente di gestire l’intero processo di ricarica, dall’individuazione delle colonnine all’avvio del servizio, fino al suo completamento.

L’espansione dei servizi di mobilità elettrica è uno degli obiettivi principali del Piano Industriale del Gruppo che, al 2024, prevede di installare una colonnina elettrica ogni 1.000 abitanti nei Comuni di Verona e Vicenza. Un piano di crescita che poggerà le proprie fondamenta sul progetto pilota «Electrify Verona» che, a partire dal 2019, ha portato alla realizzazione di un sistema che conta oggi circa 100 prese di ricarica su 52 colonnine a uso pubblico nel territorio del Comune di Verona.