In fiera

Tutto pronto per Job&Orienta: «Da inizio anno aumentata del 18% l'occupazione under 30»

Anche il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia domani parteciperà all'inaugurazione della 31esima edizione del salone
Uno stand nella passata edizione di Job&Orienta
Uno stand nella passata edizione di Job&Orienta
Uno stand nella passata edizione di Job&Orienta
Uno stand nella passata edizione di Job&Orienta

“A.A.A. Accogliere, accompagnare, apprendere in un mondo che cambia” è il titolo scelto per la 31ª edizione di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro al via domani giovedì 24, fino a sabato 26 novembre 2022 in Fiera a Verona, promosso da Veronafiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione e del Merito e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con il patrocinio del Comune di Verona e della Provincia di Verona e la mediapartnership di Rai Cultura e Rai Scuola.

Più di 400 le realtà presenti nella rassegna espositiva (scuole, accademie e università, enti di formazione, Its-istituti tecnici superiori, istituzioni, imprese, agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria), oltre 400 i relatori nei 150 appuntamenti culturali in calendario, tra convegni e dibattiti, seminari formativi e workshop tematici, e ancora circa 400 le animazioni e i laboratori che coinvolgeranno i numerosi visitatori attesi. La manifestazione offre occasioni di confronto e aggiornamento per gli operatori sui temi chiave dell‘istruzione e della didattica, come pure sulle traiettorie di evoluzione del lavoro. E ancora consegna a studenti, famiglie e giovani strumenti utili per orientarsi di fronte alla pluralità di proposte e percorsi formativi, come agli scenari occupazionali in costante mutamento. Anche quest’anno a integrare le proposte in presenza in fiera sarà un ecosistema digitale interattivo, fruibile attraverso il portale www.joborienta.net, che vede anche numerosi eventi in streaming.

 

Scuole professionali e Its, fiori all'occhiello della Regione

“Job&Orienta è un appuntamento molto importante", commenta il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, "divenuto negli anni luogo di confronto sulle principali tematiche dell’orientamento – sottolinea il Presidente del Veneto -, dove si incontrano e discutono mondo della scuola, della formazione e del lavoro in un’ottica di crescita delle nostre giovani generazioni. Il nostro sistema che integra mondo della scuola, formazione professionale e mondo del lavoro è un modello riconosciuto e siamo orgogliosi di quanto stiamo realizzando – spiega ancora Zaia -. Il sistema formativo regionale è uno dei presidi strategici della politica regionale: abbiamo 100 sedi delle nostre Scuole regionali di formazione professionale (ex-CFP), dove ogni giorno oltre 20.000 ragazzi trovano il loro luogo per sviluppare le proprie competenze come cittadini e professionisti, di cui 3.000 nel sistema duale e quasi 1.000 assunti con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma (quello che era di primo livello)”.

Altro fiore all’occhiello del sistema veneto è quello degli ITS, istituti tecnici superiori che mettono in collegamento la ricerca di occupazione di qualità dei giovani con le necessità di avere alti profili altamente specializzati del mondo delle imprese venete. Gli ITS saranno al centro degli appuntamenti della giornata di venerdì.

 

Luogo in cui nascono riforme strategiche per il Pnrr

"Job&Orienta è il luogo dove alcune delle riforme divenute strategicamente rilevanti per il Pnrr", aggiunge l'assessore regionale all'Istruzione Elena Donazzan, "in particolare quelle relative alle Its Academy, si sono di fatto sviluppate in un dialogo istituzionale tra le parti sociali che in questa fiera ha sempre avuto i suoi momenti di maggiore visibilità e rilevanza. Altre sono sullo sfondo, come ad esempio la riforma dell’istruzione, quella di tutta la filiera dell’istruzione professionale e tecnica richiesta dal Pnrr, di cui abbiano iniziato a tracciare la via da diversi anni proprio a Verona. Una fiera che quest’anno sarà ancora una volta luogo dove emergerà la capacità di sintesi su temi oggi più strategici che mai per il nostro Paese, grazie all’intervento di tanti soggetti che si riuniscono a Verona, protagonisti a livello nazionale sui vari temi.