«Ora fare la profilassi diventa fondamentale»

La preparazione di una dose di vaccino antinfluenzale: nelle farmacie al momento non si trova
La preparazione di una dose di vaccino antinfluenzale: nelle farmacie al momento non si trova
La preparazione di una dose di vaccino antinfluenzale: nelle farmacie al momento non si trova
La preparazione di una dose di vaccino antinfluenzale: nelle farmacie al momento non si trova

Le chiavi dell’«ospedale Covid» a Borgo Trento le ha lui. Metaforicamente sarà il dottor Claudio Micheletto, direttore della Pneumologia dell’Aoui, ad aprire la porta del reparto dedicato ai pazienti positivi a Sars Cov-2, quello allestito in fretta in marzo per curare nel pieno dell’emergenza i malati più gravi bisognosi di cure intensive per respirare. E’ stato chiuso all’inizio di giugno, con le dimissioni degli ultimi ricoverati, con la consapevolezza che «in caso di bisogno, basterà un giro di chiave: qui è tutto pronto. Lo sigilliamo solamente». Pare che ci siamo, dottor Micheletto... Diciamo che per ora, a Borgo Roma nel reparto di Malattie Infettive diretto dalla professoressa Tacconelli, i posti bastano per i numeri attuali del contagio. Sono circa una ventina i positivi curati lì. Certo, se dovessero aumentare, proprio perché non vada in affanno il dipartimento che deve far fronte anche agli altri assistiti per patologie differenti dal Coronavirus, bisogna per forza rimettere in funzione lo spazio dedicato qui a Borgo Trento nella spina centrale. Abbiamo lavorato in questi giorni per verificare che sia tutto a posto, sono arrivati dei macchinari nuovi, abbiamo rivisto con il personale tutti i protocolli, le procedure e i monitoraggi da adottare. Medici ed infermieri aggiuntivi sono già stati allertati. Differentemente che a febbraio, ora struttura e squadra di esperti ci sono e sono pronte a mettersi in moto. Ha un’idea di quando accadrà? Sembra che la prossima settimana, studiando il trend del contagio, lei dovrà mettere la chiave nella toppa. Fare previsioni non è facile, di sicuro i numeri danno indicazioni più chiare: al momento, per i 20 infetti ricoverati, bastano i letti al Policlinico. Appena questo limite sarà superato, scatterà la messa in funzione del reparto qui a Borgo Trento. E’ probabile che sarà a breve, la settimana prossima, forse quella dopo, stiamo tutti aspettando gli “effetti“, ad esempio, della riapertura delle scuole: il bilancio lo faremo intorno al 10 ottobre. E poi, alle porte, c’è già l’influenza, quello sarà il vero banco di prova per tutti: per noi medici, per la popolazione, per il sistema sanitario. Per questo è fondamentale vaccinarsi? Certo, lo stiamo dicendo in tutti i modi: se la maggior parte della gente si copre rispetto all’influenza, quando avrà la febbre e la tosse, in dicembre, in gennaio, e verrà al Pronto Soccorso, saremo aiutati nel fare diagnosi rispetto al Covid 19. Ma se invece avremo le urgenze con 40-50 accessi all’ora di persone tutte con gli stessi sintomi, tosse, temperatura elevata, raffreddore, sarà molto più faraginoso, con importante perdita di tempo, arrivare a definire la patologia. Il vaccino anti-influenzale è fondamentale per escludere i fattori confondenti. Il vaccino, però, al momento non si trova. Lo sappiamo e ci auguriamo che si arrivi presto a reperirne le dosi necessarie da distribuire alle farmacie. Sarà impossibile vaccinare tutti, ma di sicuro i 12 “pezzi“ destinati ad ogni singola farmacia sono praticamente nulla. Nel frattempo, quello che mi preme ribadire, è la necessità di non abbassare la guardia nei comportamenti che ognuno di noi deve continuare a rispettare: mascherina, distanziamento sociale e igiene delle mani restano la prima difesa che abbiamo per combattere questa epidemia. La tanto temuta seconda ondata arriverà? Il virus è sempre quello di febbraio, la differenza ora è che lo cerchiamo molto prima e i malati arrivano in ospedale in condizioni meno gravi della malattia. La prevenzione, i tamponi, gli screening sui soggetti sentinella, aiutano molto. L’appello, per tutti, è alla responsabilità: verso sé stessi e verso gli altri. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.F.