Borgo Nuovo

Omofobia, scritte minacciose sul marciapiedi davanti alla scuola. Il Comitato Pride: «E poi si parla di sicurezza...»

La scritta comparsa sul marciapiede di fronte alla scuola Sammicheli
La scritta comparsa sul marciapiede di fronte alla scuola Sammicheli
La scritta comparsa sul marciapiede di fronte alla scuola Sammicheli
La scritta comparsa sul marciapiede di fronte alla scuola Sammicheli

Il giorno dopo Giornata Internazionale contro l'omo/bi/transfobia, celebrata ieri in tutto il mondo, Verona si macchia di un evento spregevole: una scritta minacciosa comparsa in zona Borgo Nuovo a Verona, vicino alla sede staccata dell’Istituto scolastico Michele SanMicheli. 

La denuncia arriva dal Comitato Verona Pride 2022 che scrive: «Sono puntualmente comparse scritte nere sul marciapiede che augurano la morte alle persone appartenenti alla LGBTQIA+. Nulla di nuovo, purtroppo, visto che queste e altre azioni intimidatorie sono ormai il pane quotidiano per chiunque sia percepito come "diverso" in una città che nonostante questo sta riscoprendo un periodo di forte mobilitazione antifascista proprio per contrastare tanti rigurgiti fascisti che si manifestano anche con la demonizzazione della comunità LGBTQIA+».

Il Comitato, e tutte le associazioni che ne fanno parte, rinnovano la richiesta di «più sicurezza per le strade veronesi, sicurezza strumentalizzata come cavallo di battaglia di diverse forze politiche che poi tacciono o minimizzano questi gravi episodi». E accusano: «Riteniamo che le posizioni politiche di molti politici veronesi possano solo scatenare episodi come questo, il passaggio dalle scritte ai fatti è sempre possibile e molto reale. Chiediamo che tutte le forze democratiche della città condannino questo gesto e facciano una seria riflessione sul significato della parola sicurezza».

E poi l'invito a tutti gli studenti dell'istituto SanMicheli: «Organizzate un incontro proprio sul tema dell'omo/bi/transfobia, e se volete coprite la scritta con una sbaffo rainbow».