L’impegno a non sprecare suolo per i pannelli solari

Da sette anni Coldiretti Verona pubblica il report sulla sostenibilità con il quale intende misurare il proprio peso nel territorio scaligero sia in ambito ambientale, ma anche sociale ed economico», spiega Alex Vantini, vice delegato nazionale di Giovani Impresa Coldiretti e delegato regionale e provinciale dei giovani agricoltori veneti. Tanti, però, sono gli obiettivi di Coldiretti. Alcuni di questi guardano con ottimismo al futuro, alcuni, invece, sono già radicati nell’operato degli ultimi anni dell’associazione. «Dal 2017», continua Vantini, «Coldiretti sta contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Altri obiettivi, poi, sono quelli di sconfiggere la fame e tutti quelli dell’agenda 2030 dell’Onu», che detta la linee guida verso lo sviluppo sostenibile da qui ai prossimi anni. «Questi obiettivi corrispondono con la “mission” di Coldiretti che prevede l’impegno a garantire la prosperità degli agricoltori, una elevata qualità dei prodotti agricoli e quindi del cibo. Di primaria importanza», aggiunge Vantini, «c’è la salvaguardia ambientale e la biodiversità del territorio. Il nostro impegno a breve termine è di raccogliere entro l’anno almeno 100mila firme per la petizione contro lo spreco di suolo agricolo per l’installazione di pannelli fotovoltaici». C’è poi un appuntamento che guarda ancora di più al futuro e Vantini, concludendo, lo spiega così: «Il nostro impegno a lungo termine è quello di intraprendere azioni concrete per accrescere nelle imprese la cultura del rispetto dell’ambiente e della sua biodiversità». N.V.