L'emergenza

Pozzanghere nelle aule, infiltrazioni nei bagni, intonaco a terra: «piove» in otto scuole

Le strutture scolastiche da tempo sono sotto osservazione da parte del Comune: è in corso un programma d’intervento straordinario
Secchi in un'aula per raccogliere l'acqua
Secchi in un'aula per raccogliere l'acqua
Secchi in un'aula per raccogliere l'acqua
Secchi in un'aula per raccogliere l'acqua

Infiltrazioni d’acqua, pozzanghere e pezzetti di intonaco trovati a terra. Questi i disagi venutisi a creare in alcune scuole comunali dopo le forti piogge cadute per tutta la giornata di ieri sul territorio cittadino. Si tratta di strutture scolastiche da tempo sotto osservazione da parte del Comune e su cui è in corso un programma d’intervento straordinario, proprio per la sistemazione dei tetti.

Per l’avvio dei lavori, già finanziati e appaltati, da settimane si attende in alcuni casi l’arrivo dei materiali, che causa l’attuale crisi economica sono di difficile reperimento, e in altri la disponibilità delle imprese impegnate in concomitanti cantieri.

 

Le scuole interessate

Le infiltrazioni hanno interessato: il nido di Avesa, la primaria Ariosto a Borgo Roma, la primaria Provolo a Borgo Trento, il nido Il Giardino dei Colori nella frazione di Fracazzole, l’infanzia Carso a Ponte Crencano e l’infanzia Angeli Custodi a Quinzano. Infine, la primaria Mercante a San Michele Extra e la secondaria di primo grado Fava a Porto San Pancrazio.

I lavori su queste ultime due scuole sono seguiti da Agsm, che ha la cura delle copertura per la concessione d’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti.