fino AL 13 FEBBRAIO

Al via la Giornata di raccolta del farmaco, Verona prima nel Veneto per farmacie aderenti

In campo 170 farmacie e 23 enti socioassistenziali, i prodotti da automedicazione saranno donati a oltre 20mila bisognosi. Il vescovo Pompili: «Esempio da seguire»
La Giornata di raccolta del farmaco durerà fino al 13 febbraio
La Giornata di raccolta del farmaco durerà fino al 13 febbraio
Banco farmaceutico, inizio raccolta, dott.ssa Elena Vecchioni (Marchiori)

Ha preso ufficialmente il via la XXIII Giornata di Raccolta del Farmaco, a cura della Fondazione Banco Farmaceutico onlus, che durerà fino a lunedì 13 febbraio in 170 farmacie (+11% sul 2022) di tutta la provincia veronese.

Per i cittadini sarà possibile acquistare in farmacia (l’elenco completo nel sito www.bancofarmaceutico.org), farmaci da automedicazione che saranno donati a oltre 20mila bisognosi assistiti attraverso 23 enti caritativi del territorio, convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico Onlus.

Verona, che è al primo posto nel Veneto e tra le prime in Italia per farmacie aderenti, nella scorsa edizione aveva raccolto, grazie alla generosità dei cittadini, 13.000 prodotti. In Veneto quest’anno aderiscono all’iniziativa 574 farmacie a cui sono abbinati 122 enti che assistono circa 70.000 persone in stato di bisogno.

In tutta Italia la raccolta si svolge in oltre 5.000 farmacie territoriali. Aderiscono all’iniziativa le farmacie di Federfarma, Assofarm e Farmacie Unite.

«È una iniziativa davvero lodevole alla quale auguro tanta longevità perché soccorre concretamente le persone in stato di povertà, in particolare quella sanitaria del nostro territorio – ha detto il Vescovo di Verona Mons. Domenico Pompili -. Auspico che aiuti di questo genere arrivino al più presto anche alle popolazioni martoriare dal devastante terremoto, che necessitano di tutto».

Hanno partecipato: il Vescovo di Verona Mons. Domenico Pompili, la presidente di Federfarma Verona, Elena Vecchioni; Matteo Vanzan, delegato provinciale di Banco Farmaceutico; Annamaria Molino responsabile per il Comune di Verona del progetto Città Sane, la consigliera provinciale Carla Padovani, Federico Realdon, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Verona e della Consulta Regionale, Massimo Venturini, dell’Associazione Nazionale Alpini.

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati