In Veneto quasi 3mila morti in 30 giorni

Covid, a Verona nell'ultimo mese più morti che nei primi 8 mesi di pandemia

Container frigo per le salme a Borgo Trento (Marchiori)
Container frigo per le salme a Borgo Trento (Marchiori)
Container frigo per le salme a Borgo Trento (Marchiori)
Container frigo per le salme a Borgo Trento (Marchiori)

Una strage. Difficile definire diversamente il numero dei decessi registrato a Verona nell'ultimo mese. Dal 6 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, nella provincia scaligera, 683 persone hanno perso la vita per il coronavirus. Ventidue morti al giorno, quasi un decesso all'ora negli ultimi 31 giorni. In totale 1.780 da inizio pandemia.

 

PIÙ DECESSI NELL'ULTIMO MESE CHE IN 8 DI PANDEMIA. Se si pensa che tra il 9 marzo e  il 1° novembre ( 8 mesi) i decessi a Verona sono stati 649, ovvero  34 in meno rispetto al totale registrato nell'ultimo mese, si capisce la portata dell'epidemia sulla nostra provincia.

Un numero impressionante che si riflette anche su base regionale: nei primi due mesi di pandemia in Veneto si erano registrati 722 decessi. Dopo otto mesi (1° novembre) i morti erano 2.425, 468 in meno di quelli registrati nell'ultimo mese: 2.920 (per un totale complessivo da inizio pandemia di 7.114) in tutta la regione.

 

Anche i numeri dei contagiati è elevato, ma la proporzione ha meno senso in quanto il numero dei test eseguiti, negli ultimi mesi, è progressivamente cresciuto. Nell'ultimo mese si sono registrati 22.745 nuovi casi (oggi in totale sono 53.425 da inizio pandemia), ma da marzo a novembre, ovvero in otto mesi, se ne erano registrati poco più di 11mila.

 

Leggi anche
Covid, i dati a Verona dal 1 dicembre 2020 al 30 novembre 2021

 

 

 

Giorgia Cozzolino