Previsto in tarda mattinata

Attesa nel Veronese
per il picco di piena
dell’Adige

La mappa delle previsioni Arpav per oggi
La mappa delle previsioni Arpav per oggi
La mappa delle previsioni Arpav per oggi
La mappa delle previsioni Arpav per oggi

L’Arpav, Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del veneto stima in un bollettino per la giornata di oggi «fino al mattino prevalenza di schiarite, poi dalla tarda mattinata o dalle ore centrali maggiori annuvolamenti con moderata variabilità/instabilità». Per le precipitazioni, «probabilità in aumento fino a medio-bassa (25-50%) sulle zone centro occidentali, e fino al 60-80% sulle zone centro-orientali, dalle ore pomeridiane, di precipitazioni sparse, localmente a carattere di rovescio o temporale». Temperatura in generale diminuzione, con massime sotto le medie del periodo. Infine, i Venti saranno «deboli variabili, con qualche rinforzo moderato da est-nordest nelle ore centrali».

 

Intanto. Verona attende il passaggio della piena del fiume Adige che dovrebbe avvenire tra le 11 e le 13. Per precauzione Protezione Civile e Genio Civile hanno installato paratie in zona Dogana, nel centro storico, il punto più basso nel passaggio del fiume in città. I due enti sono in contatto con la Regione per seguire l’evolversi della situazione, che al momento non mostra criticità. Lungo gli argini continua il monitoraggio da parte dei volontari; il fiume sta trasportando centinaia di tronchi di alberi abbattuti dal forte vento di questi giorni e bisogna verificare che non si ammassino sui ponti, creando ostacoli al deflusso delle acque.

 

Ieri in serata alla stazione di lungadige Rubele il livello registrato era di quasi un metro oltre lo zero idrometrico. Il livello del fiume nelle ultime 48 ore si è alzato di 3 metri nel tratto veronese.

 

Roberto Brizzi, sindaco di Bussolengo, ha deciso la chiusura dei ponti di Settimo di Pescantina e di Arcè. La Protezione Civile ha diramato un nuovo bollettino meteo: allerta arancione idraulica per il bacino Adige, Garda e Lessinia.