Giornata storica

Covid, a Verona vaccinata la «prima linea»: «Successo della comunità medica»

Giornata storica
Vaccinazone a Villafranca (foto Pecora)
Vaccinazone a Villafranca (foto Pecora)
"Vaccini anticovid a Verona e Villafranca (Marchiori-Pecora)"

Un centinaio circa a Borgo Trento per l'azienda ospedaliera, altrettanti a Villafranca per l'Ulss 9.

Sono i primi medici, infermieri e assistenti domiciliari che hanno ricevuto il vaccino Pfizer-Biontech nel V-day che, come nel resto d'Italia e d'Europa, ha visto somministrare le prime dosi del vaccino che immunizza contro il covid-19.

 

Leggi anche
Palù spiega come funziona il vaccino anticovid: «Nessuna fase saltata». Illustrato il piano per il Veneto

 

«Abbiamo scelto rappresentanti di tutte le categorie che stanno combattendo in prima linea il covid», hanno spiegato il direttore generale dell'Ulss9 Pietro Girardi e il direttore sanitario Denise Signorelli.

Per Evelina Tacconelli (Malattie Infettive) «così come ricordiamo il 23 febbraio, ricorderemo oggi come il primo giorno in cui la comunità medica ha conseguito un successo enorme senza saltare nessuna delle tappe che assicurano sicurezza ed efficacia al vaccino. E' qualcosa di davvero innovativo e a chi non crede lo invito a venire da noi in reparto a Borgo Roma e di passare 24 ore con noi»

 

Leggi anche
I primi medici veronesi vaccinati contro il covid: «Un onore e un privilegio»

 

Primi vaccinati a Verona (Marchiori)