Vandali in azione in via Licata Ma le telecamere sono in arrivo

I  mezzi che in agosto vennero incendiati sempre nella stessa viaUna delle auto danneggiate dai vandali in via Licata, dove a breve saranno installate le telecamere
I mezzi che in agosto vennero incendiati sempre nella stessa viaUna delle auto danneggiate dai vandali in via Licata, dove a breve saranno installate le telecamere

Un anno fa l’inaugurazione del Parco di via Licata, opera compensativa realizzata da Esselunga per l’ampliamento del supermercato di corso Milano. In estate la segnalazione da parte dei residenti che un gruppo di ragazzi aveva fatto della zona il luogo di ritrovo notturno. Sono seguiti danneggiamenti alle auto in sosta, l’ultimo l’altra notte. Ma le telecamere sono in arrivo: Agsm ha vinto la gara per l’installazione di un centinaio di «occhi» in città e, assicura l’assessore Daniele Polato, «il Parco di via Licata è tra questi. Serve il tempo tecnico per i collegamenti, ma non ci siamo scordati». Il capogruppo Pd in consiglio comunale, Federico Benini, alla luce dell’ennesimo danneggiamento alle auto avvenuto la notte scorsa, ha ricordato che le lamentele e le segnalazioni circa le «brutte frequentazioni» all’interno del Parco avevano iniziato ad arrivare già pochi giorni dopo l’inaugurazione. «Le problematiche che da mesi interessano appunto l’area sono aumentate e le richieste dei cittadini non hanno ricevuto risposte. Il parco era diventato fin dall’inizio mèta di un chiassoso gruppo di giovani che con urla e schiamazzi spesso teneva e tiene svegli fino a tardi i residenti. In luglio mi era stato confermato che l’amministrazione non intendeva soddisfare in tempi brevi le richieste dei residenti». E l’11 luglio lo stesso Benini aveva fatto protocollare le firme dei residenti con le quali si chiedeva al Comune (e a Esselunga) l’installazione di telecamere a scopo dissuasivo. «In Consiglio l’assessore Padovani ha detto che l’amministrazione “valuterà” la possibilità di installare i dispositivi in una “prossima fornitura” di telecamere. In modo altrettanto vago ha riferito di “contatti informali” con Esselunga la quale, sempre secondo Padovani, “non sarebbe intenzionata a provvedere alla loro installazione”. E nell’indifferenza totale venerdì notte intorno a mezzanotte e mezzo, un gruppo di vandali frequentatori del parco ha preso a sassate i parabrezza, i finestrini e le portiere di alcune auto parcheggiate in via Licata». «Nessuno si è dimenticato di via Licata e dei problemi legati agli schiamazzi e alla sporcizia presenti nell’area verde», esordisce l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato. «Quando abbiamo ricevuto le segnalazioni sono stati organizzati servizi mirati, la polizia locale ha effettuato controlli soprattutto per prevenire ed eventualmente stroncare eventuali episodi di spaccio (che non sono stati riscontrati)». Poi le telecamere: «Il sistema di video sorveglianza non fermerà gli atti vandalici, ma sarà comunque un dissuasore. Ricordo benissimo le firme protocollate da Benini in Comune, abbiamo atteso che Agsm si aggiudicasse la gara d’appalto per la fornitura di un centinaio di telecamere, ora stanno iniziando ad arrivare i kit e Agsm light dovà provvedere, dopo il sopralluogo dei tecnici, ad installarle». «Occhi» anche in via Licata. «I tempi sono questi, i sopralluoghi verranno effettuati al più presto e poi entreranno in funzione». E anticipa che non saranno sistemate solo lì, ma in altre zone di borgo Nuovo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

# Sposta il focus sul parent