CHIUDI
CHIUDI

25.02.2020

Una città deserta
e irreale, ma le
Pm10 non calano

Una città irreale, Verona, in questi giorni di chiusura di teatri, cinema, musei, monumenti, scuole e università e anche diversi uffici. Come nella canzone di Mina, una «città vuota» per davvero, con poco traffico, parcheggi liberi, negozi semivuoti, rari turisti.

 

Ma nonostante il traffico a ranghi ridotti, le Pm10 non accennano a diminuire. Secondo i dati dell'Arpav, la centralina di Corso Milano domenica registrava 71 microgrammi/metrocubo, e lunedì 68; quella del Giarol Grande 71 e 58. Anche San Bonifacio non accenna a respirare: 75 domenica e 72 lunedì.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie