VIOLENZA IN CENTRO

Un 23enne prende un uomo a bottigliate in piazza Bra per rubargli il cellulare

Il giovane che ha subito l’aggressione con i poliziotti delle Volanti
Il giovane che ha subito l’aggressione con i poliziotti delle Volanti
Il giovane che ha subito l’aggressione con i poliziotti delle Volanti
Il giovane che ha subito l’aggressione con i poliziotti delle Volanti

Preso a bottigliate in testa da un ragazzo di 23 anni che voleva rubargli il cellulare. La vittima, un uomo di 29 anni, di nazionalità marocchina come il suo aggressore, si è però difeso e dopo una breve colluttazione è riuscito a mettere in fuga il malintenzionato. Il fatto è avvenuto in piazza Bra sabato sera intorno alle 23. L’autore della tentata rapina è stato poi bloccato dai poliziotti delle Volanti poco lontano.

 

Nella mattinata di ieri l’arrestato è comparso davanti al giudice per l’udienza di convalida e nei suoi confronti è stata disposta la misura dell’obbligo giornaliero di presentazione alla polizia giudiziaria. Raggiunto e soccorso dall’equipaggio di una Volante, il ventinovenne ha fornito agli agenti una dettagliata descrizione del giovanissimo aggressore. Ai poliziotti ha raccontato che il ragazzo, dopo essersi avvicinato, aveva tentato in tutti i modi, colpendolo perfino con una bottiglia di vetro, di sottrargli il telefonino. Pochi minuti dopo, grazie alle informazioni diramate alle pattuglie che si trovavano in zona, una seconda Volante individuava la persona segnalata mentre camminava in corso Porta Nuova. Il ventitreenne è stato così arrestato per tentata rapina aggravata e condotto in questura e dopo gli accertamenti è stato condotto in carcere a Montorio.

 

Una seconda persona, un uomo di 34 anni, è stata inoltre arrestata lunedì sera a Porto San Pancrazio. Alla Centrale operativa della questura era arrivata la segnalazione del titolare di una tabaccheria sulla presenza, nel negozio di un cliente che non ne voleva sapere, nonostante i ripetuti richiami, di indossare la mascherina. Il disobbediente alle normative anti Covid è stato raggiunto dagli agenti delle Volanti in via Galilei, davanti al locale.

 

Non pago dei suoi atteggiamenti molesti nei confronti del negoziante che chiedeva soltanto il rispetto delle regole, se l’è presa con i poliziotti. Oltretutto con scarsa lungimiranza, si vedrà poi. Non solo si è rifiutato di fornire un documento di identificazione, ma ha perfino tentato di aggredire gli agenti, minacciandoli di morte e opponendo resistenza quando è stato accompagnato in questura. Reati che gli sono stati contestati insieme a quello di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. L’uomo, infatti, è stato trovato in possesso di una decina di grammi tra hashish e marijuana, suddivisa in dosi. Gli è stato sequestrato anche un considerevole quantitativo di denaro, ritenuto frutto di spaccio.

Enrico Santi