Giallo sul decesso

Trovato morto in casa l'ex «soldato»
di Felice Maniero: era ai domiciliari

Giallo sul decesso dell'uomo ai domiciliari al Palladio
L'arma sequestrata all'ex «soldato» di Maniero
L'arma sequestrata all'ex «soldato» di Maniero
L'arma sequestrata all'ex «soldato» di Maniero
L'arma sequestrata all'ex «soldato» di Maniero

I vicini non lo vedevano da qualche giorno e hanno lanciato l’allarme. In via Palladio sono intervenuti i vigili del fuoco e all’interno della casa hanno trovato il corpo senza vita di un 48enne che era agli arresti domiciliari. L’uomo, M.C.,  è ben conosciuto dalle forze dell’ordine in quanto era stato coinvolto in indagini sulla cosiddetta mala del Brenta: in pratica era un ex «soldato» di Felice Maniero.

 

Nel maggio del 2018, dopo aver scontato la pena per due rapine a mano armata del 2001 e del 2004, era finito di nuovo nei guai dopo essere stato sorpreso in auto con un altro pregiudicato e in possesso di una  Smith & Wesson con tanto di munizioni.

 

La sua morte è diventata un giallo, e il magistrato, anche in virtù dei precedenti, ha ordinato l’autopsia. L’alloggio era in ordine e la porta chiusa dall’interno. L’uomo potrebbe essere stato stroncato da un malore, ma gli inquirenti non escludono altre ipotesi più inquietanti.

Alessandra Vaccari