IL 28 E 29 OTTOBRE

Torna a Verona il Forum Economico Eurasiatico: il nuovo ordine geopolitico

Antonio Fallico all'edizione 2020
Antonio Fallico all'edizione 2020
Antonio Fallico all'edizione 2020
Antonio Fallico all'edizione 2020

Il 28 e 29 ottobre a Verona torna in presenza e in streaming la XIV edizione del Forum Economico Eurasiatico, dal titolo «L’Eurasia per un nuovo ordine geopolitico ed economico-sociale: Upgrading to a new, people-centered economy». Nella prima giornata si parlerà di transizione energetica, economia circolare e green economy, declinate all’interno del contesto eurasiatico e dei rapporti con i vari partner; il secondo giorno sarà dedicato alle conseguenze della pandemia su banche e finanza, all’innovazione tecnologica e alla transizione digitale, al ruolo giocato dall’industria farmaceutica, al dibattito relativo al superamento del modello neoliberistico.

 

Il Forum è organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia, dalla Fondazione Rosсongress e dal Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (Spief). I co-organizzatori sono l’Associazione delle imprese europee e l’Unione russa di industriali e imprenditori. I partner dell’evento sono Intesa Sanpaolo, Rosneft, Gazprombank, Vneshtotgbank, Credit Bank of Moscow, il Fondo di investimenti Region e Lex Systems. I main sponsor sono Banca Intesa Russia, Coeclerici, Assicurazioni Generali e Accenture, con il sostegno dell’International Technology Transfer Network di Pechino.

 

«La pandemia ci ha fatto comprendere», dice Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia, «che sviluppo economico, benessere sociale ed ambientale devono andare di pari passo. L’edizione del Forum di quest’anno mette al centro le relazioni umane e quelle con l’ambiente, e vuole favorire la riscoperta dei valori legati a solidarietà e sostenibilità». Tra gli speaker previsti, tra gli altri, Romano Prodi, il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e il vice Primo ministro russo Aleksej Overchuk.

Suggerimenti