CHIUDI
CHIUDI

28.05.2020

Studenti, la protesta
«Ingiusto bocciare
chi non si collegava»

Gli studenti delle superiori e dell'università del Fronte della gioventù comunista hanno protestato in piazza Bra a Verona contro il ministro dell'istruzione.

Contrariamente a quanto aveva annunciato, infatti, potranno esserci degli allievi bocciati. Il criterio sarà anche basato sulla presenza alle videolezioni, mentre i giovani avevano fatto presente che molti ragazzi non erano in grado di far fronte all'acquisto di tablet o computer. "La scuola è un diritto di tutti", hanno detto i ragazzi con il megafono

Alessandra Vaccari
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie