Corsa contro il tempo per le nomine

Scuola, a Verona
mancano ancora
1.200 insegnanti

Scuole al via, a Verona mancano insegnanti
Scuole al via, a Verona mancano insegnanti

Partenza in salita per la scuola. Il governo ieri ha confermato il via per il 14 settembre ma a pochi giorni dal rientro in classe nel Veronese restano 1.200 caselle vuote negli organici degli insegnanti: tante sono le cattedre scoperte. Dalle altre regioni arrivati solo 32 prof mentre i presidi in Italia sono preoccupati. 

 

L'80 per cento dei posti vacanti riguarda i docenti di sostegno, specie per la primaria, mentre alla secondaria mancano all'appello i professori di matematica, lettere e inglese.

 

È difficile che le scuole riescano a trovare tutti i supplenti entro il suono della prima campanella, così anche quest'anno molti alunni inizieranno le lezioni senza gli insegnanti in classe. Il dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale di Verona, Albino Barresi, che però lancia un appello: «Una ripartenza forte è necessaria, perché la scuola dev'essere un elemento centrale nella vita di tutti noi, non solo degli studenti, delle loro famiglie o di chi rappresenta l'istituzione».

Laura Perina