I casi sulle colline veronesi

Sbancamento di Monte Cucco, stop ai lavori. Su Sezano invece per il comune si è fatto «molto rumore per nulla»

L’assessore all’Edilizia privata del comune di Verona Andrea Bassi è intervento oggi, dopo la manifestazione di ieri a difesa dell'ambiente, sull’intervento edilizio in un’ampia area agricola e collinare in Valpantena.

L'assessore ha spiegato che gli interventi sono quattro.

Su Santa Maria in Stelle in una nota ha fatto sapere che  è in corso un progetto di sistemazione fondiaria di una parte del monte a rischio frana, per il quale sono stati riconosciuti tutti i permessi.

Nell’area di Monte Cucco invece stato effettuato, il 3 maggio scorso, un controllo da parte del Controllo Edilizio del Comune di Verona, su istanza e congiuntamente alla Forestale, e si sono rilevati difformità nei lavori eseguiti, che non risultano conformi all’autorizzato e su cui, oggi, è stata emessa da parte del Comune un'ordinanza di sospensione dell’intervento.

A Trezzolano, invece, i controlli da parte del Comune sono stati effettuati oggi, ma non sono ancora noti i risultati.

 

Leggi anche
Costruzioni e sbancamenti a Sezano, gli stimmatini: «Così non si mettono le basi per il futuro»

 

Infine sull'intervento edilizio ad Est del monastero Sezano, una nota di palazzo Barbieri spiega che  è in corso di realizzazione un intervento di «ricomposizione di parte dell’edificato già presente nell’area, mediante la demolizione di tre capannoni avicoli esistenti e la ricostruzione, al loro posto, di un solo unico capannone, da adibire a ricovero attrezzi agricoli e a fruttaio/appassimento uve. Inoltre, a sud dei tre capannoni demoliti, ne sono stati eliminati altri due, al cui posto l’Azienda agricola ha ripristino il terreno con la posa di nuovi vigneti. Il tutto ha portato ad una riduzione del 50% dell’edificato presente nell’area e al recupero di terreno da destinarsi al solo uso agricolo». Secondo Bassi sulla vicenda di Senzano si è fatto «Tanto rumore per nulla. Per quanto riguarda il capannone, ovvero l'intervento edilizio ad est del Monastero di Sezano, che ne deturperebbe la vista, tutto è stato eseguito secondo norma, tant'è che la Commissione comunale sul Paesaggio e la Sovrintendenza hanno dato parere favorevole, trattandosi di ambito dove già precedentemente esistevano capannoni. Per quanto riguarda lo sbancamento delle colline, invece, stiamo approfondendo tutte le tre situazioni riguardanti le aree di Santa Maria in Stelle, Monte Cucco e Trezzolano».

 

Leggi anche
Sezano, la protesta contro gli sbancamenti: «Come è stato possibile consentirli?»

Suggerimenti