CHIUDI
CHIUDI

23.03.2019

«Sabato nero»
a Milano, presenti
gruppi veronesi

Si è conclusa attorno alle 14.30, all’interno del cimitero Monumentale di Milano, la commemorazione per il centenario della fondazione dei Fasci di combattimento.

Poche centinaia di persone tra nostalgici e militanti di destra hanno reso omaggio davanti al monumento eretto sopra la cripta voluta da Mussolini e inaugurata proprio alla sua presenza nel 1925. I presenti hanno deposto una rosa ai piedi della imponente scultura bianca che raffigura tre ragazzi seminudi in posa eroica, uno dei quali ha in braccio un fascio littorio alla cui sommità spicca un’aquila con le ali aperte. Prima dell’inizio della celebrazione, gli organizzatori hanno chiesto a tutti di astenersi dal saluto romano per evitare di incorrere in denunce. E così è stato, al termine nessuno ha alzato il braccio. Oltre ai militanti milanesi di Lealtà Azione, c’erano piccoli gruppi provenienti da Brescia e Verona. In accordo con le forze dell’ordine hanno atteso all’esterno del Monumentale (fino alle 13.30) che andasse via dal cimitero la rappresentanza dell’Anpi che da questa mattina era in presidio in contestazione all’iniziativa per i Fasci.

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1