CHIUDI
CHIUDI

14.09.2020

Prima campanella
per 108mila studenti
Protesta dei precari

Primo giorno di scuola oggi, tra regole di comportamento per il Covid19 e traffico sulle strade. Sono 108mila gli studenti di città e provincia che tornano in aula con mascherina, distanziamento e ingressi scaglionati.

 

Ogni istituto s’è organizzato a ricevere gli studenti con orari scaglionati e da porte di ingresso differenti, proprio per diluire la quantità di alunni assembrati davanti alle scuole. Secondo le direttive del Ministero dell’Istruzione gli studenti dovranno seguire percorsi differenziati per raggiungere le aule, sempre indossando la mascherina che potranno abbassare solo nei momenti di «staticità», cioè quando seduti al banco. In caso di febbre, scatta immediata la filiera dei controlli anti-Covid, arrivando fino ai tamponi: ogni capo di istituto ha ricevuto istruzioni dall’Ulss 9 e dal Provveditorato per gestire le emergenze ed organizzare, se ritenuto necessario dall’azienda sanitaria, test ed isolamento domiciliare per compagni e docenti entrati in contatto con il sintomatico.

 

Non mancano le proteste. I docenti precari si sono dati appuntamento stamattina davanti all'Ufficio scolastico provinciale per un sit-in.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie