Volontari veronesi

PlasticFree, accordo col Comune per pulire la città. «Segnalateci i luoghi»

.
Pulizia di PlasticFree sulle Torricelle
Pulizia di PlasticFree sulle Torricelle
Pulizia di PlasticFree sulle Torricelle
Pulizia di PlasticFree sulle Torricelle

L'invito ai cittadini è segnalare i luoghi in cui serve agire per ripulire. Se non arriva Amia, c'è PlasticFree pronta ad intervenire con le operazioni di pulizia. La costola veronese composta da una settantina di volontari e il Comune di Verona hanno stretto un patto di sussidiarietà. L'associazione si impegna a ripulire alcuni luoghi dove Amia non sempre riesce ad arrivare, il settore Ambiente del Comune mette a disposizione i materiali per raccogliere i rifiuti e si occuperà dello smaltimento di quelli più ingombranti attraverso Amia.

Armata di guanti, rastrelli, sacchi e altri attrezzi, PlasticFree ha già ripulito alcune aree verdi: il percorso della salute sulle Torricelle e la discarica abusiva in via Are Zovo a Quinzano il mese scorso. «La mancanza del senso civico è un nemico che va combattuto unendo più forze possibili, con istituzioni, associazioni e cittadini che lavorano insieme per gli stessi obiettivi. Perché si inizia a raccogliere da terra una bottiglia di plastica, che diventano due e i suoi multipli, fino ad arrivare a riempire sacchetti interi di materiale ripulendo discariche a cielo aperto», afferma la coordinatrice Antonietta di Renzo.

Ora, grazie al supporto del Comune, sarà più facile avere una mappa delle zone da ripulire presenti su tutto il territorio. In questa fase diventano molto importanti le segnalazioni dei cittadini che possono indicare puntualmente i luoghi in cui serve agire e che possono scegliere di partecipare alle operazioni di pulizia. Quello di fare rete e unire più soggetti insieme è infatti uno degli obiettivi dell’accordo tra PlasticFree e Comune, per sensibilizzare e coinvolgere nel progetto più realtà possibili, partendo dalle Circoscrizioni per arrivare alle associazioni di quartiere e ai gruppi di cittadini più attivi.

Il prossimo intervento di PlasticFree ha già un indirizzo ben preciso. È via Fava 8, la strada che dalla fine di Corso Milano porta al Chievo. È qui, sul versante della strada, che rifiuti di ogni genere la fanno da protagonisti. Plastica, sacchetti, immondizie varie, persino una motocicletta abbandonata. Nei prossimi giorni i volontari saranno all’opera per ripulire l’area. L’appello che associazione e Comune rivolgono ai cittadini è quello di continuare a segnalare e indicare puntualmente situazioni di degrado, così da permettere interventi efficaci e il più veloci possibili. Per informazioni: plasticfreeonlus.it; mail: info@plasticfreeonlus.it.

 

Il gruppo Plasticfree Verona
Il gruppo Plasticfree Verona

Anna Perlini

Suggerimenti