Maltrattamenti in famiglia

Picchia la compagna
incinta e la suocera,
finisce a processo

Maltrattamenti in famiglia
Il Tribunale di Verona
Il Tribunale di Verona
Il Tribunale di Verona
Il Tribunale di Verona

Anni di violenti litigi, di minacce e insulti e persino di schiaffi alla compagna, mentre lei era incinta. Di questo dovrà rispondere F.T., di 49 anni, rinviato a giudizio con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni e mancato versamento degli alimenti ai loro due figli. Una situazione che è durata per molto tempo.

Uno degli episodi più gravi è avvenuto quando la donna era incinta della figlia più grande: il compagno, nel corso di un litigio, le avrebbe sferrato con forza uno schiaffo, facendola urtare contro una parete. Tra il 2011 e il 2012, sempre durante un litigio, sarebbe arrivato a spingere a terra la madre della propria compagna, intervenuta per calmare gli animi e difendere la nipotina, che all'epoca aveva cinque anni. E anche dopo la separazione della coppia, nei primi mesi del 2018, tutto è proseguito. Il 25 luglio del 2018, infatti, durante una telefonata F.T. avrebbe minacciato la donna. “Ti giuro, vengo a casa e ti ammazzo”, sarebbero state le sue parole. 

 

Ieri giudice per l'udienza preliminare Paola Vacca, che ha rinviato a giudizio il quarantanovenne.