CHIUDI
CHIUDI

16.05.2019 Tags: Kik , Bari , Venezia , Pescara , Verona , provincia di Alessandria , provincia di Vicenza , Agrigento , Cremona , Milano , Alessandria , Palermo , Roma , Vicenza , Torino , pedopornografia

Pedopornografia
su Kik, perquisizioni
anche a Verona

La app di messaggistica Kik
La app di messaggistica Kik

Si scambiavano contenuti pedopornografici su smartphone attraverso la messaggistica Kik, ma sono stati individuati dalla Polizia postale. Personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni «Veneto» ha portato a termine una complessa e articolata attività d’indagine, mirata al contrasto della pedopornografia online, individuando 10 soggetti residenti nel territorio italiano. Le conseguenti attività investigative, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia, hanno consentito di scoprire le reali identità degli utenti.

 

I 10 soggetti, di cui 1 minorenne, sono stati oggetto di perquisizione, il 14 maggio, nelle province di Venezia, Verona, Vicenza, Roma, Bari, Agrigento, Cremona, Alessandria, Pescara dai Compartimenti di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Torino, Bari, Milano, Pescara, Palermo e Venezia. Le attività di perquisizione, anche informatica, effettuate dal personale della Specialità e coordinate dal Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni, hanno fornito riscontri ampiamente positivi, che hanno confermato il coinvolgimento di gran parte dei soggetti. Sono stati inoltre arrestati un 22enne residente nella provincia di Vicenza e un 47enne residente nella provincia di Alessandria. E sono stati sequestrati un cospicuo numero di dispositivi informatici utilizzati dai soggetti per l’archiviazione e la veicolazione dei file immagine e video di natura pedopornografica.

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1