Nuovo servizio, primo in Italia

Patente a punti, basta moduli: i dati si comunicano via web

.
Controlli della polizia locale
Controlli della polizia locale

Stop a moduli cartacei e mesi di attesa per l’aggiornamento dei punti della patente di chi commette un’infrazione. È già attiva a Verona la prima procedura nazionale interamente telematica.

D'ora in poi coloro che riceveranno un verbale con decurtazione punti, non dovranno più prendere carta e penna e compilare a mano il modulo per segnalare chi era alla guida. Basterà, invece, collegarsi al sito patenteapunti.comune.verona.it, accedere tramite Spid o i dati presenti sul verbale, e compilare i campi richiesti.

 

Realizzato dal Comune che è il primo in Italia a farlo, il portale permetterà di fare tutto online fornendo così un servizio alle persone nell'adempimento dell'obbligo. Poi il sistema Giano, collegato a tutte le banche dati, compresa Anagrafe e Pubblico Registro Automobilistico, verificherà l’esattezza dei dati inseriti nell’autodichiarazione, dopodiché agli operatori basterà un click per spedirla elettronicamente alla Motorizzazione.

 

Tra le infrazioni più ricorrenti con decurtazioni punti il superamento del limite di velocità e l’utilizzo del cellulare alla guida. Per i meno avvezzi alla tecnologia, rimarrà comunque possibile la compilazione del modulo cartaceo, come avvenuto fino ad ora.

 

«Finora - spiega il comandante della Polizia locale, Luigi Altamura -  tra la ricezione del verbale, l’invio del modulo agli agenti e l’aggiornamento della banca dati della Motorizzazione poteva passare anche un anno. Ora sarà tutto molto più rapido. Ovviamente la procedura online potrà essere fatta solo con identità Spid o con i dati scritti sul verbale, per garantirne la sicurezza».