Scoperto e liberato

Padrone arrestato,
cane imprigionato
in casa nel degrado

Scoperto e liberato
Il cane liberato
Il cane liberato

Il padrone era stato arrestato ed era già a processo, lui da più di un giorno era imprigionato in casa, senza la possibilità di uscire, bere o mangiare e circondato da sporcizia.

Un cane di cinque anni è stato liberato da carabinieri di San Massimo, vigili del fuoco e guardie zoofile dell'Oipa di Verona. L'appartamento presentava una situazione di estremo degrado, fra rifiuti e scarsa igiene. L'animale è ora al sicura in una struttura dove verrà curato. Il padrone non aveva rivelato subito di avere il cane in caso, ma è stato scoperto dai militari.

«Dopo essere entrati forzatamente nell’appartamento, ci siamo trovati di fronte una situazione in cui, oltre a mancare le più elementari norme di garanzie di benessere per il cane, erano presenti siringhe ed altre materiali pericolosi per la sicurezza di un animale», spiega Massimiliamo D’Errico, coordinatore del nucleo delle guardie zoofile dell’Oipa di Verona, «date le condizioni abbiamo deciso di sequestrare il cane e denunciare il proprietario».

Anche se in carcere, può essere denunciato per il reato di detenzione di animali incompatibile con la loro natura.

# Sposta il focus sul parent