Vaccinazioni anti Covid

Online e per telefono ora tocca ai settantenni: chiamate a prenotare il vaccino le classi '42 e '43

I box per le vaccinazioni nel capannone allestito in Fiera (Marchiori)
I box per le vaccinazioni nel capannone allestito in Fiera (Marchiori)
I box per le vaccinazioni nel capannone allestito in Fiera (Marchiori)
I box per le vaccinazioni nel capannone allestito in Fiera (Marchiori)

L’operazione over 80, trascinata per settimane, ha finalmente ottenuto la sterzata che serviva perché la campagna vaccinale si addentri nella terza fase, quella della vaccinazione di massa. E in prima fila ad attendere il loro turno scalpitano ora i settantenni. È la fascia di persone tra i 79 e i 70 anni.

 

Per i nati nel 1942-1943 già stamattina ci si può prenotare per oggi e per il centro in Fiera, al padiglione 10, di via Belgio, tramite il link serviziweb.aulss9.veneto.it. Altre finestre per loro potrebbero aprirsi nel corso della settimana. Per tutti gli altri il vaccino arriverà subito dopo Pasqua.

 

Dovranno prenotarsi via internet tramite un portale il cui indirizzo sarà comunicato a tempo debito, oppure per telefono a un numero dedicato. I settantenni non devono, tuttavia, temere un assalto al sito internet, perché saranno invitati alla prenotazione sempre per classi d’età. Ogni settimana, consultando anche i siti della Regione e dell’Ulss9 Scaligera, si potrà sapere quali categorie avranno accesso alla vaccinazione. Si darà precedenza agli invalidi.

 

«La Regione metterà a disposizione una piattaforma internet unica per la prenotazione in autonomia», spiega il direttore generale dell’Ulss9, Pietro Girardi. «Ma chiameremo a prenotarsi per classe di età e comunque passando prima da chi ha un certificato di invalidità dell’Inps. Un supporto per la prenotazione arriverà dal volontariato e anche dalle farmacie».

 

Anche i farmacisti, infatti, hanno raggiunto un accordo che ora va definito con le parti sindacali: «Offriremo il servizio di prenotazione accedendo al link tramite il codice fiscale del cittadino che la richiede. Scaricheremo anche la modulistica di anamnesi che si deve consegnare il giorno della vaccinazione», spiega Federico Realdon, presidente dei farmacisti. Ultimato questo accordo, per la categoria è in ballo anche quello per i farmacisti vaccinatori che dovranno frequentare un corso dell’Istituto superiore della sanità. Ma quest’ultimo punto è ancora in fieri e nel frattempo i farmacisti attendono paradossalmente di essere vaccinati: alcuni hanno ricevuto la prima dose, altri no, e soprattutto mancano tutti i dipendenti delle farmacie non laureati.

 

Tornando ai settantenni, alcuni di loro hanno ottenuto la prima dose in questi giorni perché alcuni medici di base si sono organizzati in gruppi strutturati e in spazi comunali o in ambulatori grandi vaccinano i settantenni attingendo dall’elenco dei loro assistiti. Finita la campagna over 80, anche l’Ulss9 si occuperà di loro, appunto tramite la prenotazione online o telefonica: «Ci sarà un momento in cui l’attività dei medici di medicina generale coinciderà con la nostra non appena anche noi scenderemo sotto la soglia degli 80 anni», continua Girardi.

 

«Ma i medici di base in settimana inizieranno anche con la fase delle vaccinazioni a domicilio per gli ultraottantenni che non possono muoversi (circa ventimila persone, ndr)». Le vaccinazioni con prenotazione online hanno portato, nel solo centro di Verona, 6.500 persone in quattro giorni. Venerdì sera l’Ulss9, da inizio campagna, aveva somministrato 113.511 dosi, tra prime e richiami, cui si aggiungevano quelle dell’Azienda ospedaliera, 19.271, per un totale di 132.782.

 

«Bisogna essere contenti dell’accelerazione con la modalità online», aggiunge il sindaco di Sona Gianluigi Mazzi, presidente della conferenza dei sindaci presente ieri al punto stampa di Girardi: «E l’operazione va affiancata con una comunicazione valida e veloce». «Gli anziani sono preoccupati e dare loro una risposta immediata con i centri di vaccino ci conforta e siamo a disposizione per concentrarci su altre fasce d’età», si accoda Graziano Lorenzetti, sindaco di Legnago. •

Maria Vittoria Adami

Suggerimenti