L'annuncio del governatore ieri a Diretta Verona

Oggi nuova ordinanza
di Zaia: «Riapertura
graduale dopo il 13»

.
Zaia, 2 aprile

«La provincia di Verona è stata Cenerentola fino a una settimana fa, adesso invece la situazione delle case di riposo ha dato un'accelerazione», afferma il governatore del Veneto Luca Zaia, ospite della trasmissione Diretta Verona trasmessa su TeleArena e in diretta sul nostro sito e dedicata all'emergenza coronavirus nel Veneto.

 

«Nelle case di riposo i dispositivi richiesti sono arrivati, ma regolarmente solo da una settimana-dieci giorni, per le grandi difficoltà di approvvigionamento». «In Veneto nelle case di riposo ci sono 30mila persone - continua Zaia - e sono persone deboli, più vulnerabili di altre. L'età media dei morti per Covid è di 82 anni, anche se nelle terapie intensive ci sono anche persone più giovani».

 

«Domani (oggi per chi legge, ndr) farò un'ordinanza che proroga le misure attuali - annuncia Zaia -. Troppa gente in giro? È perché ci sono attività aperte. Devo invece ringraziare i giovani, che stanno rispettando le misure e in giro non se ne vedono». «Stiamo lavorando perché si possa ripartire e dopo Pasqua si vedrà se sarà possibile», ha assicurato Zaia, che ha sottolineato le difficoltà di settori come il turismo, in Veneto, ma anche ad esempio la moda, che se non si apre a breve salta la collezione autunno-inverno. Sono per una riapertura delle imprese, ma graduale e ragionata».