Seconda edizione

Mura Festival, sport e cultura: un calendario con 650 eventi

Iniziative nell’ambiente del parco della cinta fortificata, patrimonio Unesco
La presentazione delle manifestazione che avrà come sfondo le antiche mura cittadi neI verde ( MARCHIORI)
La presentazione delle manifestazione che avrà come sfondo le antiche mura cittadi neI verde ( MARCHIORI)
Mura Festival, presentazione (Marchiori)

Le Mura prendono vita e diventano luogo di incontro, sport, arte e cultura: ingredienti base per vincere il degrado e le cattive frequentazioni che spesso tengono sotto scacco questi spazi. Prende il via oggi la seconda edizione di Mura Festival, manifestazione che propone oltre 650 tra eventi e appuntamenti che si svolgeranno in diverse location all’interno del Parco delle Mura, oasi verde dall’importante valore storico-culturale e monumentale.

 

Si inizia con sport e visite guidate, attività che è possibile svolgere in piena sicurezza, garantendo il distanziamento. E i cinque luoghi chiave protagonisti del Mura Festival fanno parte degli storici bastioni difensivi della città, risalenti al periodo asburgico, e dichiarati nel 2000 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sono i bastioni di San Bernardino e San Zeno, il Bastione delle Maddalene in zona Veronetta, il prato di Castel San Felice e Porta Fura, dietro la caserma Riva di Villasanta, affacciata sull’Adige.

 

Le attività proposte spaziano da corsi di Yoga, meditazione, T’ai Chi, Stretching posturale e Pilates, ad attività più cardio e strutturate. E ancora, rafting grazie al nuovo approdo che sarà realizzato a Porta Fura, parkour con un percorso guidato per scoprire questo inedito sport in sicurezza partendo da schemi motori di base (saltare, scavalcare ostacoli, stare in equilibrio, arrestare una caduta e rotolare). Un ampio spazio viene dedicato anche ai runner, con attività e allenamenti per tutti i livelli, dai principianti fino a quanti si cimenteranno nel Mura Trail, il 10 luglio, manifestazione podistica di urban trail di 17 chilometri, rigorosamente lungo le Mura.

 

Una panoramica delle mura FOTO MARCHIORI
Una panoramica delle mura FOTO MARCHIORI

 

La prima parte di iniziative, il fitto calendario è al via tra oggi e i prossimi giorni, è stata presentata ieri dall’assessore ai Rapporti Unesco Francesca Toffali, e Alessandra Biti di Studioventisette. Doc Servizi Verona, uno dei partner principali della manifestazione promossa dal Comune e che vede la partecipazione di oltre quaranta enti e associazioni del territorio veronese. «Il Mura Festival parte idealmente quest’anno proprio da porta Porta Fura, area verde di straordinario fascino, scelta per valorizzare i tanti luoghi meravigliosi della nostra città, ancora poco conosciuti e frequentati», ha spiegato Toffali.

 

Nei prossimi mesi, se i Dpcm lo permetteranno, partiranno altre iniziative che spazieranno tra arte e cultura, appuntamenti per bimbi e famiglie. «Gran parte del programma, ad oggi e con queste disposizioni, sarebbe fattibile e quindi siamo più che ottimisti», anticipa Biti. Il programma completo degli appuntamenti è consultabile sul sito www.murafestival.it. Tutte le attività sono fruibili previa iscrizione. Se previsto, il costo dei singoli eventi/attività, la media è intorno ai 10 euro, è disponibile online.•.

Ilaria Noro

Suggerimenti