CHIUDI
CHIUDI

20.07.2019

Minacciato di morte
dopo la diatriba
con la Businarolo

Le minacce al deputato Andrea Romano
Le minacce al deputato Andrea Romano

Accusato dai Cinquestelle di aver detto che la deputata veronese Francesca Businarolo non era in grado di presiedere la commissione perché incinta, il deputato del Pd Andrea Romano è finito nel tritacarne dei social.  Nessuna registrazione ha dimostrato che l'accusa fosse vera, contro di lui c'è la parola di un altro parlamentare M5S, Giuseppe Brescia, ma tanto è bastato per «condannare a morte» l'onorevole del Pd. L'odio della rete, infatti, non ha tardato a mostrarsi anche con concrete minacce che lo stesso Romano ha pubblicato sulle sue pagine social dopo aver denunciato l'autore.

 

«#AndreaRomano azzardati solo un'altra volta ad offendere una donna incinta, e ti giuro su Dio e i santi del cielo che vengo a cercarti e ti apro la pancia come si fa coi maiali, voltacasacca pezzente e foruncoloso schifoso del partito di #Bibbiano» è la minaccia che arriva da un utente twitter, probabilmente fasullo, accompagnato dall'immagine di un coltello insanguinato.

 

«Questa è una minaccia di morte ricevuta oggi e legata alla campagna diffamatoria lanciata da Cinque Stelle, Lega e Fratelli d’Italia», ha scritto Romano sulla sua pagina Facebook. «Perché le conseguenze delle #fakenews non sono solo l’intossicazione del dibattito pubblico e l’avvelenamento della politica, ma anche la spinta alla violenza e all’intimidazione (ovviamente ho segnalato alla polizia il nome e l’account)»

Giorgia Cozzolino
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1