CHIUDI
CHIUDI

20.11.2019

Laura, la veronese
campionessa per 18
giorni a «L'Eredità»

«Sconto» e «potenza». Due parole che valgono tanto. La gloria e gli applausi di tutti per essere ancora in gioco da così tanto tempo, ma anche 100mila euro in gettoni d’oro che le daranno respiro in un momento complicato.

Laura Guderzo racconta la sua avventura a «L’Eredità», il quiz televisivo di Rai Uno condotto da Flavio Insinna che finora le ha regalato tanta soddisfazione. Laura Guderzo rivive quei momenti con l’emozione di chi ha vissuto un’esperienza che capita di rado. E per ben 18 puntate di seguito, diventando una tra le più longeve della storia del programma.

«Guardavo quel programma da sempre, anche insieme a mio figlio Lorenzo che ha quasi 19 anni», racconta la 62enne di Ponte Crencano che lavora come dipendente del Comune di Verona nel settore tributi. «Tante risposte le sapevo, ma da casa è completamente diverso: però ho voluto provarci, ho passato le selezioni e poi sono arrivata fino al gioco». Vincendo già in due occasioni, la prima indovinando la parola «sconto» dopo che gli autori avevano proposto le cinque classiche parole da cui individuare quella che aveva a che fare con tutte, e cioè niente, articolo, prezzo, buono, piccolo; la seconda volta centrando nel gioco finale della Ghigliottina la parola esatta «potenza» con i cinque termini mondiale, motore, fuoco massima ed elevare, «lì ero meno emozionata, e anche più sicura del risultato finale».

Ha stupito tutti guadagnandosi gli applausi del pubblico ma anche un montepremi di tutto rispetto, ben 100mila euro (in gettoni d’oro, che sono tassati pesantemente), frutto di una doppia vincita. «Sono una persona monoreddito con un figlio, tra l’altro avevo accumulato alcuni ritardi nei pagamenti, la fortuna o qualcun altro mi ha aiutata». E tanta bravura, anche se Laura tende a non farsi troppi complimenti. «Sentivo che qualcosa poteva accadere nella mia vita», va avanti, «diciamo che sono riuscita a mettere a frutto quello che so fare: sono molto curiosa e cerco di apprendere di continuo, ovunque e in ogni situazione». Da sempre, fin da quando era piccolissima. «Ho imparato a leggere a meno di tre anni, e a volte quando gli altri bambini giocavano io leggevo l’enciclopedia, così come un passatempo. Sono anche appassionata di enigmistica, e dopo aver fatto il liceo scientifico mi sono iscritta all’università, alla facoltà di lingue: la sentivo un po’ noiosa, così me le sono imparate da sola, ne conosco quattro».

«L’Eredità» è l’unico quiz televisivo a cui si è davvero appassionata, anche se già durante le scuole medie aveva partecipato ad un programma tv. «Era “Chissà chi lo sa” - game show per ragazzi degli anni ’60 presentato da Febo Conti - in cui si sfidavano le varie scuole, io tra l’altro ero la portavoce della mia, probabilmente perchè ero la più veloce a dare le risposte», sorride la 62enne campionessa veronese. «Mia sorella qualche anno fa insisteva per farmi partecipare a “Chi vuol essere milionario” - il fortunato quiz di Gerry Scotti - ma lì forse c’è troppa tensione, mi piace di più un clima gioioso come quello del quiz di Insinna». Ora l’avventura va avanti, «so che prima o poi finirà», ma intanto ha vissuto ben 18 giorni da protagonista e quasi certamente sarà protagonista nella sfida dei supercampioni.

Luca Mazzara
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1