CHIUDI
CHIUDI

16.10.2019

«La cura sono io»
il libro-manifesto
abbraccia la salute

Non c'è stata traccia di dolore esibito nel l'incontro La cura sono io all'Hotel Due Torri organizzato dall'associazione a carattere nazionale creata e diretta da Maria Teresa Ferrari, ma soltanto gioia e partecipazione attiva ad un grande progetto di solidarietà e sensibilizzazione sulla realtà e ricerca oncologica, a partire da quella riguardo il tumore al seno, attraverso l'esperienza di chi ci è passato e tiene per mano sia chi ancora lo vive che chi non ce l'ha fatta, ma sempre continua a vivere in chi rimane.

 

 

Nella sala Casarini dello storico albergo, il convivio ha accolto un folto pubblico per la presentazione del libro manifesto La cura sono io, scritto da Maria Teresa Ferrari( Minerva edizioni) con le ariose illustrazioni di Valentina D'Andrea, entrambe narratrici di due percorsi che si incontrano, disegno e scrittura e di cui è stata al loro fianco voce eloquente Sandra Ceriani, leggendo significativi passaggi dell'opera la cui vendita è a scopo benefico. Il tema dell'abbraccio è stato uno dei momenti più toccanti del raccontarsi a cuore aperto della Ferrari che ha trasmesso alla platea commossa(tra cui l'assessore alla cultura del Comune di Verona Francesca Briani che ha aperto la conferenza all'insegna della solidarietà fra uomini e donne) l'importanza fondamentale in chi ha attraversato o attraversa la malattia, di sentirsi, riconoscersi, proprio attraverso l'auto abbracciarsi, l'abbracciare e farsi abbracciare.

 

"È un gesto pieno di energia che scioglie la sofferenza e dà coraggio, calore, vita, consolazione, forza, autostima, e restituisce fiducia in se stesse alla persona" ha sottolineato la Ferrari che sta girando l'Italia per far conoscere sempre più l'associazione che con questo libro aggiunge una preziosa tessera al mosaico della battaglia e difesa della salute, con un occhio speciale alla prevenzione. "Per vivere ho bisogno di me" è il motto emblematico con cui Maria Teresa Ferrari apre il libro confidando che però non è così facile e proprio per questa difficoltà interviene una forza invisibile che è in tutti noi capace di ricostruire qualsiasi identità spezzata.

Michela Pezzani
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1