La banda delle gomme tagliate colpisce ancora a Borgo Trento

Carabinieri in Valdonega I raid dei vandali hanno colpito diversi quartieri
Carabinieri in Valdonega I raid dei vandali hanno colpito diversi quartieri
Carabinieri in Valdonega I raid dei vandali hanno colpito diversi quartieri
Carabinieri in Valdonega I raid dei vandali hanno colpito diversi quartieri

Gli stanno addosso tutti. Squadra Mobile, carabinieri, polizia Locale. Hanno tutti modulato i servizi per cercare di arrivare al, o ai «foratori» seriali, di pneumatici. Intanto, anche ieri, sui social di Borgo Trento sono state pubblicate foto di altri pneumatici tagliati. Una quarantina di auto in tutto, a giudicare da quanto si legge tra via Tonale, Ceriotto e laterali di via 4 Novembre. Nella notte tra martedì e mercoledì sono state fermate alcune persone, tutte che si muovevano da sole, ma dagli accertamenti è poi emerso che si trattava di cittadini che si recavano al lavoro prima dell’alba. «L’impegno delle forze dell’ordine e della polizia Locale è massimo», ha detto il sindaco Federico Sboarina, «dobbiamo fare i conti anche con questo, o queste persone. Con tutto quello che stiamo affrontando, a complicare le cose ci si mette anche questo fenomeno. I cittadini chiedono risposte, noi pur facendo i conti con le assenze del personale per covid, con gli altri servizi che la Locale sta effettuando, ci stiamo impegnando anche per scoprire chi stia danneggiando gli pnematici di tanti cittadini». Ha aggiunto Sboarina: «Un lavoro che non si prospetta semplice considerato che Verona ha circa 1.200 chilometri di strade e non ci sono migliaia di uomini in divisa da posizionare ovunque». In aiuto agli inquirenti potrebbe arrivare la tecnologia con i classici metodi investigativi e anche con qualche ripresa di telecamera di vigilanza privata. Siamo di fronte ad una banda, oppure ad un lupo solitario mitomane che ha deciso di sfidare la legge e si “diverte“ a mettere a segno questi danneggiamenti, ebbro ormai, di una notorietà insperata?•. A.V.