Il caso di don Giuliano

L'ex parroco sposato con un uomo
torna a celebrare la messa

Il caso di don Giuliano
L'abbraccio tra Giuliano Costalunga e il vescovo Zenti (Foto Zambaldo)
L'abbraccio tra Giuliano Costalunga e il vescovo Zenti (Foto Zambaldo)
L'abbraccio tra Giuliano Costalunga e il vescovo Zenti (Foto Zambaldo)
L'abbraccio tra Giuliano Costalunga e il vescovo Zenti (Foto Zambaldo)

Il 5 luglio l’abbraccio col vescovo Giuseppe Zenti, a Selva di Progno, sembrava aver spento i riflettori sulla vicenda di Giuliano Costalunga, l’ex parroco veronese al centro di un caso che aveva fatto il giro del mondo in seguito alla notizia che si era sposato con il suo compagno. Il matrimonio civile era stato celebrato in aprile a Gran Canaria. Costalunga, con una lettera al vescovo, in febbraio aveva ufficializzato la volontà di abbandonare il ministero. Il matrimonio, poi, gli aveva procurato l’automatica sospensione “a divinis”. Ma ora Costalunga ha accettato l’invito della Chiesa Vetero Cattolica Americana: il 6 settembre nella parrocchia di Grassobbio, a Bergamo, «presiederà una solenne celebrazione eucaristica».

Enrico Santi

Suggerimenti